Non c'è quasi nulla di scontato nelle gare di ritorno degli ottavi di finale della prima Conference League. Delle 16 squadre in campo oggi, soltanto 2 possono hanno maturato un vantaggio all'andata di una settimana fa, tale da essere già con un piede ai quarti: il Feyenoord, in campo alle 21 dopo il 5 a 2 in casa del Partizan Belgrado, e lo Slavia Praga, anch'esso in campo alle 21 in trasferta contro il Lask precedentemente sconfitto 4-1.

Gara non semplice per il Leicester, tra le pretendenti al titolo con la Roma, ma con una buona base da cui partire dopo il 2-0 maturato al King Power Stadium all'andata contro il Rennes. I francesi, che nel girone hanno battuto due volte su due il Vitesse ora avversario della Roma, vengono da un ottimo periodo, soprattutto in fase realizzativa (14 gol fatti nelle ultime 5 partite) mentre il ko contro l'Arsenal potrebbe aver indebolito la condizione delle Foxes per l'impegno europeo. Diverse assenze per entrambe le squadre, che si sfideranno a partire dalle 18.45 a Roazhon Park.

Impegno ancora più insidioso per i francesi del Marsiglia: Milik (mattatore della sfida d'andata vinta per 2-1) e compagni scenderanno in campo alle 18.45 contro il Basilea, con gli svizzeri che sono imbattuti nelle ultime 13 gare europee giocate in casa. L'undici di Sampaoli, con Gerson e Ünder in gol contro il Brest in campionato, partirà comunque da favorito ma dovrà fare a meno di Payet per squalifica. Negli ottavi tutti da decidere rientra anche quello tra Az Alkmaar e Bodø/Glimt: sull'onda della vittoria di misura ottenuta in casa, i norvegesi cercano una storica qualificazione ai quarti di finale, magari sfruttando le reti di Solbakken (capocannoniere della competizione insieme ad Abraham) mentre gli olandesi cercano il riscatto dopo aver perso lo scontro diretto con Twente in campionato. Dopo il 4-4 dell'andata, Copenaghen e Psv devono giocarsi il passaggio del turno nel ritorno in Danimarca (ore 18.45), mentre il Gent (dalle 21) cercherà di ribaltare l'1-0 ottenuto dal Paok in Grecia una settimana fa.

Stabiliti i verdetti del campo, sarà ancora una volta, e l'ultima, tempo di sorteggi: appuntamento a domani alle 15 con l'urna di Nyon, che stabilirà il tabellone di quarti e semifinali.