Erano circa le 12 di ieri quando è partita la vendita dei biglietti di Spezia-Roma. L'annuncio sui social del club, qualche ritardo nell'attivazione delle procedure e all'ora di pranzo, nel giro di pochi minuti i tagliandi del settore ospiti dello stadio comunale Alberto Picco di La Spezia erano già finiti. Incredibile ma vero. Come incredibili sono i tifosi della Roma, ormai tra le poche certezze del nostro calcio, spinta costante per i colori giallorossi. Erano quasi 900 i posti riservati al tifo organizzato e sono andati letteralmente a ruba. Come era prevedibile visto il trend delle trasferte da inizio stagione, la richiesta era più alta. Tant'è che diversi romanisti hanno acquistato anche biglietti di altri settori pur di essere al fianco della squadra. Non è chiaro se lo Spezia aprirà altri "spicchi" dedicati ma nel frattempo i sostenitori giallorossi stanno procedendo ugualmente all'acquisto tanto che saranno più di mille all'interno dell'impianto dei bianconeri. Un entusiasmo dettato sempre più dalla fede in questi due colori per il momento troppo in basso in classifica per quello che questa tifoseria merita. Speciali, dunque, i romanisti, come ha già capito Mourinho che in conferenza stampa la scorsa settimana aveva detto: «Sono sempre al nostro fianco indipendentemente dai risultati». E così sarà anche per i prossimi impegni della squadra del tecnico portoghese. Per la partita di sabato 5 marzo contro l'Atalanta sono stati già superati i 7.000 biglietti venduti mentre per il derby i romanisti saranno di sicuro più di 30.000, stando ai dati attuali. Ma c'è ancora tempo, perché la gara è il 19 o 20 marzo, salvo proroghe dell'intera giornata in ottica spareggi mondiali della Nazionale.

 Il saluto a Eliseo e Isa

Ieri la Roma ha salutato Eliseo, «il nostro abbonato più anziano ci ha lasciato. Ti porteremo sempre nel cuore». Pochi giorni fa, invece, era venuta a mancare nonna Isa, una grande giallorossa, che il club ha voluto ricordare sui social martedì con questa dedica: «Non dimenticheremo mai l'emozione nei suoi occhi quando incontrò la squadra a Trigoria nel febbraio del 2020». Due tifosi in più nella curva Paradiso.