Lì Genoa

L'avversario: possibile esordio dal primo minuto per Amiri

Il centrocampista tedesco è in prestito dal Bayer Leverkusen. Hanno iniziato a lavorare col resto della squadra anche gli altri arrivati Frendrup, Czyborra e Gudmundsson

Nadiem Amiri (Getty Images)

Nadiem Amiri (Getty Images)

03 Febbraio 2022 - 11:42

Ha cambiato tanto il Genoa nel mercato invernale: i rossoblù hanno salutato alcuni calciatori di esperienza, come Pandev, Behrami e Biraschi, accogliendo, invece, per la maggior parte giovani. Una sessione di gennaio che è stata definita «di rottura e di rivoluzione rispetto al passato» dal presidente del club rossoblu Zangrillo, che ha ribadito come il progetto di 777 Partners sia «a medio-lungo termine» e che la «squadra di giovani, affamata, ha come primo obiettivo la salvezza». Sono stati effettivamente diversi i giovani messi a disposizione del tecnico Blessin: l'arrivo che ha più anni sulla carta d'identità è quello di Nadiem Amiri, nato nell'ottobre del ‘96. Il centrocampista tedesco e gli ultimi acquisti in ordine di tempo, Frendrup, Czyborra e Gudmundsson, hanno iniziato da poco a lavorare con il resto della squadra, ma non è escluso che Blessin possa decidere, soprattutto per quanto riguarda l'ex Leverkusen, di buttarli nella mischia all'Olimpico sin dal 1'.

«È un uomo estremamente coraggioso - ha detto Zangrillo riferendosi a Blessin -. Ha fatto una scelta difficile, sapendo qual è la nostra realtà. È molto importante il rapporto che si è creato con il direttore sportivo: una persona molto competente, innovativa e moderna. Entrambi sono giovani, noi stiamo correndo dei rischi, ma abbiamo i fondamentali di conoscenza, umiltà e pragmatismo». Sarà la seconda partita sulla panchina del Genoa per il tecnico, che aveva esordito lo scorso 22 gennaio al Ferraris nello 0-0 contro l'Udinese. Non è escluso che l'allenatore rossoblu possa riproporre all'Olimpico il 4-2-3-1 già visto nella partita contro i friulani. Davanti a Sirigu potrebbe essere confermata la difesa che ha chiuso con la porta inviolata: Hefti, anche lui arrivato a gennaio, a destra, Bani e Vanheusden al centro e Vasquez, da vedere come rientrerà dagli impegni con la nazionale messicana, a sinistra. Se Blessin dovesse decidere di rinunciarvi, vista l'assenza di Cambiaso per squalifica, sono pronti Criscito o Czyborra. In regia è sicuro di un posto Badelj. Al fianco del croato potrebbe essere riproposto Sturaro o la scelta potrebbe ricadere sul neo acquisto Frendrup. Al centro dell'attacco Destro, supportato da Portanova, Amiri e Yeboah, con Ekuban e Piccoli che scalpitano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA