Edin Dzeko ha parlato ai microfoni al termine di Chievo-Roma. Ecco le sue dichiarazioni:

dzeko a Sky Sport

"Anche oggi il primo tempo non è stato tranquillo, pure dopo il 2-0, abbiamo smesso di giocare come negli ultimi venti minuti quando Mirante ha fatto quella parata".

Reazione dopo Firenze?
"Sicuramente dopo una brutta prestazione come quella abbiamo reagito contro il Milan dove potevamo vincere, abbiamo fatto vedere che siamo una squadra forte e compatta. Oggi abbiamo fatto il nostro e non è mai facile vincere in trasferta in Serie A".

La corsa al quarto posto?
"Noi dobbiamo vincere le nostre partite e poi guardiamo gli altri. Ma se noi non vinciamo non importa quello che fanno loro".

Come si recupera il rapporto con il pubblico?
"Dopo quella brutta prestazione nessuno è contento. Però i tifosi sono il nostro 12° giocatore e abbiamo bisogno di loro, speriamo che ritornino già a partire da martedì perché abbiamo bisogno di loro".

Dzeko a Roma Tv

Continui a scalare le classifiche marcatori...
Non ci pensiamo troppo. Potevamo farne molti di più quest'anno ma ne mancano ancora tanti per guardare la vetta

Una buona prestazione anche senza subire gol.
Importante non aver subito gol perché successo spesso ultimamente. Oggi ci voleva. Nel primo tempo abbiamo sofferto un po' dopo il 2-0, ogni tanto ci fermiamo non so neanche perché, ma alla fine abbiamo quello che volevamo, i tre punti.

Sei andato in crescendo e continui a migliorare. Ti senti di essere più carico quando parti bene?
Questo è vero. Mi sento così quando non tocco una palla per 5-10 minuti poi mi perdo. Quando sono in partita sono anche più carico e poi gioco meglio. Speriamo che lo capiscano anche i mii compagni così me la danno ancora di più (ride ndr)

Cosa è scattato dopo Firenze?
Un po' la società ha parlato con il mister e noi giocatori e siamo stati consapevoli di aver fatto una brutta figura. In una squadra con qualità come la nostra non può perdere così. Contro il Milan in una sfida importantissima avevamo detto di stare tutti più uniti e compatti in partita e da lì si riparte. Contro il Milan dovevamo vincere ma anche lì non abbiamo pressato al meglio tutti insieme e lasciato troppo i buchi. Anche contro il Chievo non è mai facile vincere, quando ci serve dobbiamo soffrire insieme. Da qui ripartiamo.

Corsa Champions?
Ci sono tante squadre, abbiamo perso tanti punti. Già ora dopo 3 partite abbiamo fatto 3 punti in più. Pensiamo a noi stessi e a vincere più partite possibile, perché se non vinci tu è difficile.