Tre. Tutti in una botta. Sono infatti pronti a chiudere le valigie e salutare compagni, Roma e la Roma, Bryan Reynolds, Gonzalo Villar e Borja Mayoral. Il primo in direzione Bruxelles, sede dell'Anderlecht. I due spagnoli per tornare a casa in quel Getafe che vuole affidare ai due le possibilità di raggiungere una non semplice salvezza (ora sono quart'ultimi in classifica). Partiamo dal ventenne born in the Usa, arrivato da queste parti giusto giusto un anno fa dal Dallas per una spesa complessiva intorno ai sette milioni. A Roma tutto ha fatto meno che ambientarsi. Almeno in campo che, peraltro, ha visto quasi esclusivamente in allenamento. Con la Roma ha un contratto fino al 2025 per un ingaggio intorno si settecentomila euro. C'era la necessità per il ragazzo, di cercare una soluzione per provare a tornare sentirsi un calciatore. Si è materializzata con la richiesta dell'Anderlecht (sul ragazzo c'era anche il Bruges). La trattativa, ovviamente, si è chiusa sulla base di un prestito praticamente gratuito. Il club belga garantirà a Reynolds i sei mesi dello stipendio da qui a fine giugno, cifra che al lordo non supera il mezzo milione. Per la Roma la controindicazione è che sullo stipendio dell'esterno non potrà usufruire del decreto crescita (un lavoratore deve stare in Italia almeno due anni), ma a Trigoria se ne sono fatti facilmente una ragione. La speranza è che in Belgio il ragazzo torni a essere un calciatore. In quel caso, alla fine di questa stagione, le due società si rimetteranno intorno a un tavolo con due opzioni: 1) rinnovo del prestito (la più probabile nel caso); 2) cessione del cartellino (almeno per quattro milioni).

Passiamo ai due spagnoli Villar e Mayoral che sono pronti a salutare per tornare a casa e vestire la maglia del Getafe. Per il centrocampista si tratta di un potenziale arrivederci, per l'attaccante è un addio. Villar da tempo aveva metabolizzato l'idea di dover lasciare la Roma. Mourinho glielo avevo fatto capire in tutte le maniere (per Gonzalo neppure un minuto di gioco in campionato). Per lui si erano fatte avanti anche Valencia, Sampdoria e (forse) l'Inter, alla fine è stato il Getafe a spuntarla garantendosi un giocatore che in Spagna continua ad avere diversi estimatori. Diversa è la partenza di Borja Mayoral. Per il semplice fatto che il centravanti non è di proprietà della Roma essendo il cartellino del Real Madrid. Il capocannoniere della Roma della passata stagione, da tempo aveva chiesto di andare via visto che in questa stagione ha giocato davvero pochino. E' stato a un passo dalla Fiorentina che, però, non ha accettato di acquistarlo. E Borja non voleva andare in prestito. E allora ecco il Getafe per tornare a sentirsi calciatore. Per chiudere con le cessioni ci sarebbe un'offerta, pensate un po', per Fazio. Lo vogliono gli arabi dell'Al Hilal.