Dodici calciatori in prestito in giro per l'Europa, tra campionati maggiori e serie cadette. È questo il bilancio delle cessioni a titolo temporaneo della società giallorossa. Alcuni di questi sono stati ceduti con diritto od obbligo di riscatto (Kluivert, Pau Lopez, Florenzi e Providence) altri, soprattutto i giovanissimi provenienti dalla Primavera, con la formula del prestito secco. Esaminiamo allora le prestazioni dei "giallorossi emigrati", decisive per il loro futuro e per quello della Roma.

Il tour dei calciatori in prestito inizia dalla Francia, o meglio, dalla Ligue One. Qui troviamo Justin Kluivert e Pau Lopez, rispettivamente a Nizza e Marsiglia. Per l'estremo difensore spagnolo sarà l'ultima apparizione in questa rubrica: venerdì sera, contro il Bordeaux, ha raggiunto la ventesima presenza con la maglia del Marsiglia, circostanza che ha fatto scattare l'obbligo di riscatto. Pau festeggia per la vittoria ottenuta e per il clean sheet (la gara è terminata 1-0), la Roma per i 12 milioni incassati dalla sua cessione. Sono invece 15 i milioni di euro che la società giallorossa potrebbe ottenere dall'eventuale cessione a titolo definitivo di Justin Kluivert al Nizza. L'esterno sinistro d'attacco è sceso in campo dal primo minuto nella gara tra la sua nuova squadra e il Brest. È stata decisamente positiva la prestazione dell'olandese, che ha fornito l'assist a Dolberg per il momentaneo 1-0 (dopo un'ottima azione personale). Il match è terminato 3-0 per Kluivert (che ha ricevuto anche un'ammonizione) e compagni, che hanno così raggiunto il secondo posto in classifica, a +5 dalla zona Europa League. Restando in terra francese, ma scendendo in Ligue 2, incrociamo William Bianda. Il centrale di difesa, attualmente in forza al Nancy, scenderà in campo questa sera contro il Tolosa, secondo in classifica. Il classe 2000, va a caccia della tredicesima presenza stagionale e, soprattutto, dei tre punti, che porterebbero il Nancy fuori dalla zona retrocessione.
Spostandoci nel confinante Belgio, sponda Club Brugge, troviamo Ruben Providence. Il giovane esterno classe 2001 non ha ancora mai assaggiato il terreno di gioco con la nuova divisa, a causa di un serio infortunio alla caviglia sinistra, già operata ai tempi della Roma Primavera. Providence è tornato ad allenarsi verso la fine di dicembre: proverà a esordire sabato prossimo, quando il Brugge sfiderà il St. Truiden nella 22° giornata di Jupiler League.

Facendo ritorno in patria, tra Serie A, Serie B e Lega Pro incontriamo 6 ex romanisti. Partendo dal massimo campionato italiano ci troviamo a incrociare Alessandro Florenzi e Riccardo Ciervo. L'ex capitano giallorosso parte dall'inizio e gioca 88 minuti nella gara vinta per 3-0 contro il Venezia, nella quale si è reso protagonista dell'episodio del possibile rigore per la squadra di mister Zanetti: al 42' l'attaccante avversario stacca di testa su un preciso cross ma, venendo tirato per la maglia dal terzino, non riesce a inquadrare la porta. L'arbitro non riscontra irregolarità e Florenzi chiude la partita con un voto sufficiente. Arriva l'esordio da titolare in Serie A per Riccardo Ciervo, ora alla Sampdoria. Il classe 2002, complici le assenze tra i blucerchiati, viene lanciato dal 1' nella gara per niente semplice contro il Napoli, terminata con la sconfitta per 1-0. È più che sufficiente la prestazione dell'esterno, bravo sia a dare una mano ai compagni in fase difensiva che a gestire il pallone nei momenti di possesso. È la terza presenza consecutiva (e la nona in stagione) per Ciervo. 
Complice la situazione Covid-19, non è ancora rientrata dalle vacanze natalizie la Serie B. Tommaso Milanese, unico calciatore in prestito dalla Roma che vi milita, tonerà in campo il 16 gennaio, contro il Vicenza, quando cercherà di partire titolare per la decima volta di fila e di trovare il primo gol (più volte sfiorato) nel campionato cadetto.
Scendendo uno scalino, e arrivando in Lega Pro, balzano all'occhio tre ex Primavera: Devid Bouah al Teramo, Stefano Greco al Potenza e Salvatore Pezzella, in prestito al Siena. Nessuno dei tre è sceso in campo con le rispettive formazioni: dati i numerosissimi contagi tra calciatori e membri dello staff è stato disposto il rinvio di tutte le gare di Lega Pro in programma. La speranza è che il campionato possa ripartire già dal prossimo turno, in programma tra due settimane, nel weekend del 22-23 gennaio.
Trasferendoci in Inghilterra ci imbattiamo in Robin Olsen. L'estremo difensore, ora titolare in Championship con la casacca dello Sheffield United, è stato costretto a saltare l'ultima gara essendo ancora alle prese con un problema alle costole, accusato nel ritiro della selezione svedese lo scorso novembre. Lo svedese è fermo a 11 apparizioni stagionali con il nuovo club.
Il tour tra i giocatori romanisti in prestito si conclude in Svizzera, terra di orologi, formaggi e Ante Coric. Il trequartista croato, arrivato sulle sponde del Tevere per una cifra vicina agli 8 milioni di euro, dovrebbe aver smaltito il problema che lo ha tenuto fuori nelle ultime tre gare del 2021. Proverà a tornare in campo (per l'ottava volta in stagione) nell'amichevole tra il suo Zurigo e il Wuppertaler, che si giocherà questo giovedì: una buona prestazione potrebbe farlo rientrare nelle rotazioni della squadra.