Quella tra Atalanta e Roma non è soltanto la storia di un'accesa rivalità sportiva tra due squadre di Serie A, ma anche un'enorme lista di doppi ex. Nell'alfabeto della partita, infatti, prima di arrivare alla "C" di Bryan Cristante, campeggia il nome di Amedeo Amadei, che seppure per una parentesi di un anno in prestito ha vestito la maglia nerazzurra nel '38-'39. Il fornaretto, famer romanista, è cresciuto, ha vinto il primo scudetto della storia giallorossa e ha vissuto da romanista. Un po' come Da Costa, che detiene il record di gol segnati nel derby di Roma. Discreto l'elenco dei portieri, con il bergamasco Pizzaballa, portiere romanista alla fine degli Anni 60, Astutillo Malgioglio, portiere degli Anni 80 che però ha vestito il nerazzurro solo per chiudere la carriera nel '91-'92. Ma soprattutto Ivan Pelizzoli, prelevato dall'Atalanta e che costò alla Roma appena scudettata nel 2001 ben 27 miliardi.

In tema di "grandi" acquisti, nel '92 Ciarrapico da Bergamo prese Claudio Paul Caniggia per 13 miliardi. Attaccante come l'argentino era Sandro Tovalieri che dopo il giallorosso negli Anni 80 arrivò all'Atalanta solo nel '95-'96 dopo esser passato per varie squadre. Come dimenticare, poi, Bonacina e Piacentini, protagonisti di una Roma tutta grinta e cuore negli Anni 90. Come Cappioli e Gautieri, reduci dell'era Mazzone e Zeman, rispettivamente, che vestirono prima la maglia della Roma e poi quella della Dea. Alessandro Rinaldi, invece, lasciò la Roma subito dopo la conquista dello scudetto del 2001 (9 presenze per lui). Tra i più "recenti" doppi ex, invece, il longevo Brighi, Pablo Daniel Osvaldo, Rafa Toloi - attualmente ancora all'Atalanta - e Zukanovic. Tra gli allenatori spicca Ottavio Bianchi, che fu anche tesserato con i bergamaschi da giocatore.