Lorenzo Pellegrini ha parlato in zona mista al termine di Roma-Torino. Ecco le sue dichiarazioni:

Quarta vittoria consecutiva tra coppa e campionato, si può dire che la Roma è uscita dalla crisi?
"Sì, si può dire. Ci sentiamo bene, stiamo bene. Oggi abbiamo dimostrato che avevamo veramente voglia di vincere e spero si sia visto. Ci siamo fatti rimontare 2 gol quindi c'è qualcosa in cui dobbiamo migliorare, poi sono anche gli episodi delle partite. Sinceramente non so se qualche tempo fa saremmo stati in grado di recuperare questa partita, invece ci siamo riusciti e abbiamo rischiato anche di fare altri gol. Ci prendiamo questa vittoria come un'ottima cosa".

Di Francesco vi ha detto qualcosa nello spogliatoio? Era più arrabbiato per la rimonta subita o contento per la reazione finale?
"Non era arrabbiato il mister, era contento perché quando porti a casa i 3 punti siamo tutti contenti. Ci siamo fatti rimontare quindi qualcosa da guardare c'è ma se abbiamo queste reazioni e ci andiamo a prendere le partite con questa cattiveria possiamo stare anche sereni".

Pensi che sia dipeso da qualche problema tattico o da un calo mentale?
"Non credo sia stato un calo mentale, altrimenti non riesci a vincere la partita. Secondo me sono semplicemente degli episodi, in campo ci sono anche le altre squadre. Hanno fatto due tiri da fuori area e hanno segnato. Mi sembra ci sia stata anche un po' di sfiga, uno di loro ha fatto un velo e quindi anche per Robin non è stato facile. Però la cosa più importante è stata la reazione con cui ci siamo andati a prendere questi 3 punti".

Questo centrocampo con Cristante e Zaniolo può essere riproposto anche in futuro?
"Credo di si, se continuiamo a migliorarci e a giocare così. Spero rientri presto anche Daniele (De Rossi ndr) e questo ci aiuterà sicuramente però noi ci mettiamo sempre a disposizione".

Questo centrocampo tutto italiano potrebbe riproporsi in Nazionale?
"Come ho già detto, se continuiamo a migliorarci non ci poniamo limiti. Solo il campo potrà dire quello che sarà".