Più di undici ore di volo per non giocare neanche un minuto. Meglio per noi. Si è riposato, si fa sempre per dire, Aleksandar Kolarov. L'esterno sinistro della Roma, che ieri ha spento 32 candeline, in queste ore è in Asia con la sua Serbia, impegnata in due amichevoli internazionali. Ieri contro la Cina di Lippi (partita vinta 2-0 con i gol di Ljajic e Mitrovic, e come detto con 90 minuti in panchina per il giallorosso), martedì (ore 12) contro la Corea del Sud. Non avendo giocato ieri contro la Cina, è molto probabile che Kolarov venga impiegato martedì contro i coreani. Sarà pur sempre un'amichevole, quindi una gara che non richiederà un enorme dispendio di energie, ma si dovrà pur sempre giocare. Quello che andrà metabolizzato in fretta sarà il viaggio di ritorno in Europa: oltre 11 ore di volo da smaltire in fretta, in vista del derby.

Traversata transoceanica che si è, invece, risparmiato Alisson. Il portiere brasiliano della Roma ieri all'ora di pranzo è sceso in campo nell'amichevole contro il Giappone allo Stade Pierre-Mauroy di Villeneuve d'Ascq, cittadina francese vicino a Lilla. Il giallorosso, scelto dal ct Tite nell'undici titolare, è uscito dal campo all'intervallo sul risultato di 3-0 per la Selecao: reti di Neymar, Marcelo e Gabriel Jesus. Alisson non è mai stato messo in difficoltà. Si è fatto notare per un'ottima uscita di testa al 5' che ha sventato un possibile contropiede giapponese. Poco avrebbe potuto sulla punizione battuta da Yoshida alla mezzora, che si è stampata sulla traversa. Tite lo ha cambiato con il portiere del Corinthians, Cassio. La partita è finita 3-1. L'estremo difensore della Roma, prima del rientro in Italia, sarà impegnato a Wembley contro l'Inghilterra. Calcio d'inizio fissato per martedì alle 21.

Nella serata di ieri è sceso in campo Hector Moreno, schierato titolare nel Messico che ha pareggiato 3-3 con il Belgio a Bruxelles. Soltanto panchina per Skorupski nella Polonia che ha giocato contro l'Uruguay: la gara è terminata senza reti. Skorupski e Moreno si ritroveranno con le rispettive nazionali lunedì sera (20,45) allo stadio di Gdansk. Stesso giorno, stessa ora ma – ovviamente – posto diverso per gli azzurri che disputeranno la gara di ritorno del playoff contro la Svezia a San Siro.

Oggi spazio a Diego Perotti e Federico Fazio che giocheranno con la loro Argentina in Russia l'amichevole contro i padroni di casa del prossimo Mondiale: gara molto attesa quella di Mosca, dove sono previsti oltre 75 mila tifosi. Preoccupano le condizioni meteo della capitale russa: sono previste temperature molto basse, c'è anche il rischio neve. La Selecciòn, poi, affronterà martedì la Nigeria, nel match che si giocherà a Krasnodar.

Domani sarà invece sarà il turno di Manolas che con la sua Grecia ospiterà al KaraiskakÄ«s del Pireo la Croazia per la sfida di ritorno dello spareggio per andare al Mondiale. All'andata, stravinta dai croati (4-1, il finale), il centrale non c'era per squalifica. Nella gara di ritorno non mancherà per cercare l'impresa che permetterebbe ai greci di volare a Russia 2018.

Lunedì tornerà in campo anche Cengiz Under. L'attaccante turco (entrato a inizio ripresa nell'ultima partita contro la Romania) giocherà in amichevole all'Antalya Stadyumu contro l'Albania di Christian Panucci. Calcio d'inizio alle 18.30. Un'ora e mezza dopo toccherà invece a Lobont (destinato probabilmente ancora una volta alla tribuna) e Strootman. I due giocatori della Roma si affronteranno in Romania-Olanda.