Edoardo Leo: "Mi auguro che la Roma possa presto avere il suo stadio"

Il noto attore romano è intervenuto a Sky Sport insieme a Max Bruno per presentare il suo prossimo film "Non ci resta che il crimine", da oggi al cinema

La Redazione
10 Gennaio 2019 - 15:58

Il famoso attore romano, Edoardo Leo, grande tifoso della Roma, è stato intervistato da Sky Sport insieme a Max Bruno per presentare il suo prossimo film, uscito oggi nei cinema italiani:  "Non ci resta che il crimine".

"Per fare 30 secondi con la maglia della Roma all'Olimpico butterei via anni di gavetta. Ho giocato all'Olimpico tante volte nei derby del cuore, litigando anche con un laziale, ma se un giorno Eusebio Di Francesco mi dicesse 'vai scaldati' sarebbe bellissimo. Io ho già giocato parecchio in passato girando tra i paesi e prendendo botte. Il nuovo stadio? Basta che si faccia, non è un discorso di bellezza perché si tratta di avere casa tua. Quando sono andato alla 'Bombonera' ho vissuto qualcosa di incredibile ed ero a casa loro. Cantavano sempre anche durante il calcio di rigore. Mi auguro che la Roma abbia una propria casa e di riuscire a vederla e di essere un suo abitante. Il mio mito della Roma? Bruno Conti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA