"100% vaccinati, 100% allo stadio". Lo dice Lorenzo Pellegrini nel video pubblicato sui social della Roma per annunciare una nuova iniziativa in collaborazione con la Regione Lazio. Mercoledì 22 e giovedì 23 settembre sarà operativo un punto di somministrazione vaccinale mobile della ASL Roma 1 contro il COVID-19 nei pressi dello Stadio Olimpico. 

"Per tornare alla piena normalità vaccinarsi è fondamentale", dice il capitano giallorosso. Il club rende noto come i tifosi che si sottoporranno alla vaccinazione riceveranno un promo code che darà diritto ad uno sconto utilizzabile per l'acquisto di un biglietto delle partite casalinghe della Roma. La sede vaccinale dello stadio Olimpico sarà attiva dalle 14:00 alle 18:00 in piazza del Foro Italico il mercoledì e giovedì dalle 14:00 alle 20:00 in viale delle Olimpiadi.

"Sin dall'inizio della pandemia l'AS Roma si è impegnata concretamente per aiutare i suoi tifosi e la Città a contrastare i pericoli del Covid. Abbiamo distribuito mascherine sul territorio, camici e sistemi di protezione agli operatori sanitari, ventilatori polmonari agli ospedali. Ora affianchiamo la Regione Lazio e le istituzioni nella campagna vaccinale - ha dichiarato al sito ufficiale del club romanista Guido Fienga -  incoraggiando i nostri tifosi a proteggersi con il vaccino. Speriamo di poter annunciare quanto prima a tutti i romanisti che si sono vaccinati che, proprio grazie al vaccino, potranno entrare allo stadio senza alcuna limitazione per seguire la loro squadra del cuore". 

"È un'iniziativa intelligente - ha aggiunto il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - e voglio ringraziare l'AS Roma per il contributo che ha voluto offrire alla campagna vaccinale della nostra regione. In questo modo andiamo incontro a chi ha ancora dei dubbi o a chi per diverse ragioni non ha ancora fatto il vaccino. Il messaggio che vogliamo dare è quello che ci consegna la realtà dei fatti: non avere paura del vaccino perché è il mezzo che abbiamo per sconfiggere il virus e tornare a goderci la libertà. Nel Lazio abbiamo già raggiunto oltre l'85% di copertura. Nel corso di questa iniziativa, dunque, vogliamo rendere il calcio, sicuramente tra gli sport più amati, lo strumento per difendere la nostra vita e quella degli altri".