Innamorarsi ancora

Roma-Shakhtar, il sogno di una notte di mezza estate

L'Olimpico esaurito del 7 agosto. L’abbraccio dello stadio, la riconoscenza, la speranza dei tifosi di potersi abituarsi al meglio possibile

La Redazione
09 Agosto 2022 - 11:30

Una serata da romanisti quella di domenica. La squadra di Mourinho presentata all’Olimpico nell’amichevole contro lo Shakhtar Donetsk ha ricevuto l’abbraccio del suo pubblico al gran completo. Stadio esaurito, colori, cori, brividi. Da dove si era finito, si è ricominciato. Una lunga estate, una lunga scia: da un lato il club che continua a regalare solide realtà e speranze ai suoi tifosi dal punto di vista tecnico e che è sempre vicina alle esigenze dei suoi fedelissimi, dall’altro i sostenitori della Roma che vedono la possibilità di abituarsi all’eccellenza. In un clima di festa che non sembra avere fine. E non lo avrà, perché finché ci sarà questa passione corrisposta, la cosiddetta empatia, tanto cara a José Mourinho, i romanisti ci saranno sempre. E numerosi, sempre di più. Contro gli ucraini dello Shakhtar Donetsk si è raggiunta la capienza delle presentazioni degli anni intorno allo scudetto. La Roma c’è, i suoi tifosi anche. Non resta che attendere il fischio d’inizio di una stagione che promette di essere avvincente, tutta da vivere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA