Sarà l'Austria l'avversario dell'Italia negli ottavi di finale di Euro 2020. La squadra allenata da Foda a Bucarest aveva a disposizione solo la vittoria contro l'Ucraina di Shevchenko per qualificarsi da seconda del gruppo C. Ci è riuscita grazie alla rete di Baumgartner arrivata al 21' del primo tempo su assist di Alaba. Gli Azzurri aspettavano da vincitori del gruppo A la seconda di questo raggruppamento per giocarsi un posto ai quarti nella sfida del 26 giugno. La gara è attualmente prevista a  Londra nello stadio di Wembley. Gli austriaci raggiungono questa fase di un europeo per la prima volta nella loro storia.

Oggi verrà designata l'avversaria dell'Italia negli ottavi di finale. Grazie al primo posto conquistato ieri con l'1-0 sul Galles, gli azzurri di Mancini hanno guadagnato la possibilità di sfidare una seconda classificata. In particolare, la prossima avversaria dell'Italia sarà la seconda piazzata del girone C, dove al momento guida l'Olanda a 6 punti, Austria e Ucraina sono appaiate a quota 3 e la Macedonia è ultima a 0 punti. Considerando che l'Olanda ha già battuto entrambe le squadre che con una vittoria nell'ultimo turno potrebbero raggiungerla in vetta, la nazionale di De Boer è già sicura del primo posto: sarà una tra Austria e Ucraina a sfidare gli azzurri a Wembley il prossimo 26 giugno.

Lo scontro diretto

Proprio la nazionale capitanata da David Alaba e quella allenata da Andryi Shevchenko si incontreranno questo pomeriggio alle 18 nello scontro diretto valido per l'ultima giornata del gruppo C. In palio c'è il secondo posto e la sfida all'Italia negli ottavi di finale. In base alla classifica attuale, nonostante entrambe le squadre abbiano 3 punti e condividano la stessa differenza reti (0), l'Ucraina è avanti in virtù del maggior numero di reti segnate (4 contro 3). Questo pomeriggio dunque, la nazionale di Sheva avrà a disposizione due risultati su tre per poter festeggiare il secondo posto.

Allo stesso orario si giocherà anche l'altra sfida del gruppo C, quella tra l'Olanda già sicura del primo posto e la Macedonia fanalino di coda. Una sfida che andrà disputata solo per onor di firma, visto che il suo risultato è assolutamente ininfluente per il destino delle due squadre, considerando che la Macedonia non può chiudere tra i primi tre posti.

L'altro girone

Dopo le due gare delle 18, alle 21 andranno in scena anche le partite del gruppo B: Finlandia-Belgio e Russia-Danimarca. Al momento la selezione di Lukaku e co. è in testa al raggruppamento a punteggio pieno, segue la Russia a 3, gli stessi punti della Finlandia. Chiude a 0 la Danimarca. Per ottenere il primo posto, al Belgio basta un pareggio contro la Finlandia, che con un punto otterrebbe la qualificazione solo se la Danimarca dovesse battere la Russia. Scenario inverso per quest'ultima, che con un pareggio sarebbe seconda in caso di sconfitta della Finlandia. Nonostante gli attuali 0 punti in classifica, la Danimarca può ancora sognare: può chiudere al secondo posto se batte la Russia e la Finlandia perde contro il Belgio, ma tutto dipenderà dal numero di gol segnati in queste due sfide. La prima del girone sfiderà una delle migliori terze dei gironi A, D, E e F, mentre la seconda incontrerà il Galles.

di: Giacomo Spadoni