Attraverso il proprio sito ufficiale, la Uefa ha reso noto di aver spostato la sede della prossima finale di Champions League, in programma il prossimo 29 maggio con la sfida tra Manchester City e Chelsea. All'inizio l'evento era stato previsto ad Istanbul, ma viste le difficoltà di far spostare i tifosi inglesi in Turchia - una delle nazioni nella lista rossa del Regno Unito per via dell'attuale situazione pandemica -, l'ente che gestisce il calcio europeo ha stabilito l'Estadio do Dragao di Porto come nuova sede della gara. Verranno messi a disposizione 6.000 biglietti per ogni tifoseria, che potrà acquistare i tagliandi attraverso il proprio club. Queste alcune delle dichiarazioni del presidente dell'Uefa Aleksander Ceferin: "I tifosi hanno dovuto soffrire più di dodici mesi senza la possibilità di vedere le loro squadre dal vivo. Raggiungere una finale di Champions League è il punto più alto per ogni club, quindi privare quei tifosi della possibilità di vedere la partita dal vivo non era nemmeno considerato. Sono felice che sia stato trovato questo compromesso". "Mi auguro che la finale sia un simbolo di speranza e rilancio dell'Europa da un periodo difficile - prosegue Ceferin -, e che i tifosi che andranno alla partita potranno ancora una volta prestare la loro voce per dimostrare che questa è la più importante del calcio per club".