Con un breve comunicato, JP Morgan ha fatto un passo indietro sulla SuperLega: "Abbiamo chiaramente valutato male come questo accordo sarebbe stato considerato dalla comunità calcistica in generale e come potrebbe avere avuto un impatto su di essa nel prossimo futuro. Impareremo da tutto questo". Lunedì scorso la stessa multinazionale aveva confermato alla Reuters di voler finanziare il progetto con un prestito di 3,5 miliardi di euro. Nel frattempo la stessa JP Morgan è stata declassata da Standard Ethics, agenzia di rating indipendente sulla sostenibilità con sede a Londra, perché in contrasto con le migliori pratiche di sostenibilità.