Davide Ballardini, allenatore del Genoa, ha parlato dopo la sconfitta all'Olimpico contro la Roma:

Ballardini a Dazn

Una partita complicata oggi, nel finale forse potevate riprenderla.
"Vero, è stata una partita complicata sia per noi che per la Roma. Noi non siamo stati così bravi nell'ultimo passaggio, nello smarcamento, dovevamo essere più bravi. E' stata una partita equilibrata, abbiamo fatto una buona partita".

Avete concesso pochissimo, ma vi siete abbassati e non avevate forse la brillantezza per ribaltare la situazione.
"In sette giorni abbiamo fatto tre partite, contro Inter, il derby e oggi contro la Roma. Noi nel primo tempo abbiamo avuto ripartenze in cui eravamo anche in superiorità numerica, ma potevamo essere più bravi in uscita. Potevamo dare più fastidio a loro, è mancata freschezza e brillantezza che di solito abbiamo".

Una squadra solida, dove può fare il salto di qualità?
"La tranquillità è una parola che si abusa. Nel nostro ambiente la tranquillità è un privilegio che devi conquistarti ogni giorno, non è così facile. Noi per me nella qualità del gioco siamo migliorati molto, è una squadra che si difende. Ci manca la chiarezza nello smarcamento e la qualità di alcuni passaggi che sono più difficili da fare, trovare spazi che possono dare fastidio e che possono mettere in difficoltà".

Pjaca oggi ha giocato solo il primo tempo, cosa gli serve per fare un salto di qualità?
"La risposta a questa domanda io la do a lui. Ultimamente sta giocando tanto, però è chiaro che per le sue qualità lui si deve arrabbiare e deve fare di più".

Ballardini in conferenza stampa

Più deluso dalla sconfitta o dal secondo gol preso su calcio d'angolo?
"Sono dispiaciuto per il risultato, perché il Genoa ha fatto una buona partita. Su calcio d'angolo fino al derby non avevamo mai preso gol, oggi è successo di nuovo, bisogna diventare più bravi a difendere i giocatori che arrivano dalla seconda linea".

Nel secondo tempo ha avuto la sensazione che il Genoa potesse pareggiare la partita?
"L'ho avuta fin dal primo minuto, perché ho visto una squadra compatta. Non abbiamo avuto la qualità e la lettura giusta al momento decisivo, cosa che serve per poter impensierire squadre come la Roma, ma abbiamo fatto una buona gara".

Pjaca sembra aver bisogno di riposo, con Shomurodov il Genoa è più pericoloso?
"Hanno caratteristiche completamente diverse. Shomurodov attacca più gli spazi, mentre Pjaca palla al piede si esalta".

Ora arriva l'Udinese, sono queste le partite decisive per voi?
"Le partite sono tutte importanti. Non c'è mai stata una partita facile, sono tutte gare complicatissime in questo campionato, bisogna soltanto dare il meglio di noi ogni volta".