Torna il calcio inglese con Chelsea e Manchester City pronte a scendere in campo alle ore 16 nel tempio di Wembley. In palio la Community Shield, ovvero la Supercoppa inglese che vedrà a confronto rispettivamente la vincitrice della FA Cup e quella della Premier League. Dopo aver dominato lo scorso campionato con cento punti conquistati a fronte di trentadue vittorie e due sole sconfitte, gli uomini di Pep Guardiola vanno a caccia del primo titolo stagionale per ribadire il loro ruolo di primo violino. Avversario un Chelsea rivoluzionato dal cambio in panchina dopo la separazione da Antonio Conte a causa del mancato accesso in Champions League e l'arrivo sulla panchina dei Blues di Maurizio Sarri. L'esordio più difficile, oltretutto con un trofeo in palio, per il nuovo allenatore del Chelsea che tenterà così di ribaltare le previsioni della vigilia per aggiudicarsi il primo trofeo in terra inglese.

Maurizio contro Pep

Guardiola e Sarri che si ritroveranno così dopo gli abbracci e le reciproche parole d'elogio, figlie del doppio successo del Manchester City contro il Napoli nel girone di Champions League della passata stagione. "Ho visto le partite dell'International Champions Cup – le dichiarazioni dell'antivigilia di Guardiola – Sarri ha già trasmesso le sue idee di gioco e sono sicuro che sarà una bella sfida. Affrontare il Chelsea è sempre complicato, lo è stato con Conte e lo sarà contro Sarri che mi sembra perfetto per il calcio inglese". Parole a cui hanno fatto prontamente seguito quelle del nuovo manager dei Blues: "Per noi sarà veramente difficile, ce la metteremo tutta per vincere perché è importante iniziare subito con un trofeo in bacheca. Pep è il miglior allenatore del mondo, lavora con questa squadra da due anni mentre io da poche settimane. Questa sarà la nostra difficoltà maggiore". Assenze pesanti in casa Chelsea, con Sarri che dovrebbe fare a meno dei campioni del mondo Kanté e Giroud, oltre ai finalisti di Russia 2018 Hazard e Courtois – sempre più in rotta con il club e desideroso di raggiungere il Real Madrid – e il brasiliano Willian rientrato in ritardo dalle vacanze.

Le probabili formazioni

Confermato il classico 4-3-3 del tecnico italiano, con il neo acquisto Jorginho pronto a prendere in mano il pallino del centrocampo protetto da Barkley e Fabregas. Tra i pali Caballero, reduce dalla sfortunata esperienza ai Mondiali con l'Argentina, con la linea difensiva composta da Azpilicueta, Rudiger, David Luiz e Marcos Alonso, mentre davanti Morata sarà supportato da Pedro e dal giovanissimo Hudson-Odoi. Se Sarri dovrà far fronte ad una lunga lista di indisponibili, diversa è la situazione in casa Manchester City dove Guardiola dovrà sciogliere i dubbi della vigilia, valutando anche le condizioni dei molti calciatori appena rientrati dalle vacanze. Nonostante l'infortunio alla caviglia rimediato nella International Champions Cup, il nuovo acquisto Mahrez potrebbe partire dal primo minuto per completare il tridente offensivo con Sané e Aguero, mentre a centrocampo dovrebbero prendere posto David Silva, Fernandinho e Foden. In porta il brasiliano Ederson con Walker, Kompany, Otamendi e Mendy chiamati a formare la linea difensiva, senza trascurare però le candidature dei diversi giovani elementi che si sono messi in mostra nelle sfide pre-stagionali.

Arbitra l'incontro Jonathan Moss, con la VAR che – a differenza della Premier League – troverà spazio a Wembley nel match con in palio il primo trofeo inglese. Chelsea e City che si ritroveranno avversarie in finale a distanza di 6 anni dal successo dei Citizens, ultimo successo nella competizione, mentre i Blues proveranno a vendicare la sconfitta ai rigori con l'Arsenal della scorsa edizione. Albo d'oro: 2008 Manchester United, 2009 Chelsea, 2010 e 2011 Manchester United, 2012 Manchester City, 2013 Manchester United, 2014 e 2015 Arsenal, 2016 Manchester United, 2017 Arsena