La Juventus ha fretta e vuole chiudere il prima possibile alcune cessioni importanti. La necessità di incamerare risorse entro pochi giorni ha imposto alla dirigenza bianconera di spingere il piede sull'acceleratore in uscita. Un'impellenza che è emersa a chiare lettere nella fretta con cui Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno cercato una sistemazione ad alcuni giovani che non rientravano nei piani dello staff tecnico e della società. Il club torinese è già andato a dama con Rolando Mandragora. Dopo aver parlato con il Genoa e con il Monaco, la Juve ha raggiunto un accordo con l'Udinese sulla base di venti milioni di euro (!), mantenendo tuttavia un diritto di ricompra di ventidue-ventitré milioni. Incassare, è questo il ritornello che risuona con forza tra i corridoi di casa bianconera. Rimanendo in tema di cessioni minori, anche Stefano Sturaro viene valutato non meno di venti milioni di euro. Sull'ex centrocampista del Genoa ci sono Betis Siviglia, Everton, Newcastle e West Ham, anche se nelle ultime ore c'è da registrare un ritorno di fiamma del Leicester, pronto a mettere sul piatto della bilancia diciotto milioni di euro più due di bonus. La terza fonte di introiti meno dolorosa è rappresentata al momento da Alberto Cerri. Autore di quindici gol e dieci assist nell'ultima Serie B con la maglia del Perugia, l'attaccante ventiduenne piace molto al Genoa che sta valutando anche Andrea Pinamonti dell'Inter. Valutato almeno quindici milioni dalla dirigenza torinese, la punta parmense piace anche in Bundesliga, dove l'Eintracht Francoforte ha offerto dodici milioni di euro circa una settimana fa. Il club ligue è in pole assoluta.

Difesa e Pjanic

Dopo la partenza di Leonardo Bonucci nell'estate del 2017, anche quest'anno il reparto difensivo sarà interessato da un profondo restyling. Tra necessità di fare cassa e considerazioni di carattere tecnico-tattico, la Juve è pronta a prendere in considerazione offerte per Medhi Benatia, che nei giorni scorsi ha ribadito di voler parlare con la società per capire le intenzioni della stessa, e Daniele Rugani. Il marocchino piace molto al Marsiglia di Rudi Garcia e in Inghilterra, mentre il secondo è affascinato dall'ipotesi di tornare a lavorare al Chelsea con Maurizio Sarri, suo mentore all'Empoli. I due centrali vengono valutati rispettivamente venticinque e quaranta milioni di euro.
E Miralem Pjanic? Nonostante le smentite di rito di Braida, il centrocampista bosniaco piace veramente al Barcellona che sta valutando diversi profili per la sostituzione di Iniesta, incluso quello di Eriksen. Valutato 80 milioni di euro e sul taccuino anche del Manchester City (che spera di chiudere Jorginho quanto prima) e del Bayern Monaco, l'ex giocatore della Roma potrebbe partire anche in presenza di un'offerta tra i sessanta e i settanta milioni.  Chiusura dedicata a Higuain. L'attaccante argentino non viene considerato imprescindibile per il progetto futuro, ma il disastroso Mondiale sin qui disputato potrebbe rivelarsi un boomerang per la Juve.