Nella vittoria per 2-1 dello Stoccarda sul Werder Brema c'è un solo protagonista, che indossa sia le vesti di cattivo che quelle di buono: Silas Wamangituka. L'attaccante originario del Congo è stato autore della doppietta che ha permesso alla sua squadra di ottenere i tre punti, ma proprio la seconda rete ha scatenato polemiche, facendo il giro del mondo. Su un lancio lungo della difesa dello Stoccarda il centrale del Werder Brema e il portiere Pavlenka hanno un'assurda incomprensione, che permette all'avversario di controllare il pallone a porta sguarnita. È qui che Wamangituka decide di dare il peggio di sè, decidendo di portare il pallone fino alla linea di porta avversaria e spingendolo in rete solo dopo aver fatto tornare il portiere, per prendersi gioco di lui. Immediata la reazione degli avversari, con Selke che si avventa a brutto muso sull'irriverente attaccante dello Stoccarda. L'arbitro decide quindi di ammonire entrambi, mentre l'allenatore si vede costretto a sostituire il bomber, preso di mira dagli avversari.