La prima diffida di Russia 2018 se l'è aggiudicata un tifoso argentino, che è stato costretto a lasciare i Mondiali a causa del caso diplomatico scoppiato in seguito alla pubblicazione di un video sessista. Il 47enne sostenitore dell'Albiceleste si era reso protagonista nei giorni scorsi del breve video in cui, complice la mancata conoscenza della lingua, invitava una giovane e minorenne russa a pronunciare frasi in spagnolo profondamente volgari. L'argentino è dovuto rientrare in patria dopo essersi scusato.