Polonia-Senegal è stata l'ultima partita della prima giornata della fase a gironi di Russia 2018. Un Mondiale che sin qui ha regalato molte sorprese, mettendo però in evidenza diverse individualità interessanti, anche in ottica mercato. Nel Gruppo A, Aleksandr Golovin non ha tradito le attese. Il gol e i due assist realizzati alla gara d'esordio contro l'Arabia Saudita sono stati accolti con entusiasmo dal Cska Mosca, che si è sentito legittimato a non concedere sconti alla Juventus rispetto alla richiesta iniziale di venticinque milioni di euro. Il club bianconero ha alzato la prima offerta da diciotto milioni di euro bonus compresi, ma per la fumata bianca ci sarà ancora da attendere. Accostato a Inter, Fiorentina e Sampdoria, Nahitan Nandez pur non rubando l'occhio ha disputato una buona partita, giustificando l'interesse di diversi club europei. Restando in Sud America, nei quindici minuti disputati contro l'Islanda Cristian Pavon non ha pagato dazio all'emozione. L'attaccante esterno del Boca Juniors con una delle sue classiche azioni sulla fascia, era anche riuscito a conquistarsi un calcio di rigore, non assegnato all'Argentina. Finito nei radar di numerosi club europei nei mesi scorsi (Arsenal, Borussia Dortmund, Inter, Liverpool e Psg su tutti), il ventiduenne di Cordoba potrebbe rinnovare a breve per altri quattro anni.

 L'oro del Messico

La vittoria per 1-0 contro la Germania ha riportato in auge le candidature di alcuni giocatori che già in passato hanno vestito i panni di uomini mercato. Autore del gol decisivo, Hirving Lozano ha confermato quanto di buono fatto vedere con la maglia del Psv (diciassette gol e undici assist in campionato). Sotto contratto fino al 2023 e gestito da Mino Raiola, il messicano ha una clausola da soli trenta milioni di euro e ha molto mercato in Premier League e in Spagna, mentre in Italia si è parlato anche di Juve e Roma. In scadenza a giugno 2019 con il Porto, Ander Herrera è stato il dominatore assoluto del centrocampo e potrebbe partire a meno di venti milioni di euro. Tra i migliori in campo, Miguel Layun deve ancora capire se il Siviglia lo riscatterà dal Porto (il diritto scade il 30 giugno), ma intanto può incassare gli attestati di stima di Arsenal, Marsiglia e Milan.