Un capolavoro di Cristiano Ronaldo. Anzi tre. E la Spagna, che è stata in vantaggio solo sul 3-2, si deve accontentare di un solo punto. Portogallo subito in vantaggio grazie al suo talento più grande: dopo appena 2' Cristiano Ronaldo viene steso in area da Nacho, suo compagno nel Real, e per Rocchi è calcio di rigore. Dal dischetto il numero 7 spiazza De Gea e fa 1-0.

La gioia dura poco però, perché al 24' Diego Costa vince un contrasto aereo con Pepe, difende il pallone e, una volta entrato in area, con tre finte ubriaca i difensori avversari e spedisce nell'angolino il pallone del pari. Subito dopo le Furie Rosse vanno vicine al 2-1, ma il bolide di Isco si stampa sulla traversa e rimbalza sulla linea di porta. Ma al 43' De Gea si prende in negativo la scena: tiro centrale dal limite del solito Ronaldo, il portiere si lascia clamorosamente sfuggire il pallone e il Portogallo chiude in vantaggio la prima frazione.

In avvio di ripresa è ancora Diego Costa a ristabilire l'equilibrio: punizione scodellata in area, sponda perfetta di Busquets e tap-in del centravanti dell'Atletico per il 2-2. Il 3-2 spagnolo arriva con una grandissima botta da fuori di Nacho, imparabile. Ma la gioia spagnola non è destinata a durare: Cristiano Ronaldo la condanna a tornare a casa con un solo punto con un magistrale calcio di punizione.