Rientrato da poco dalle vacanze, documentate attimo per attimo dall'iperattività social di Wanda Nara, Mauro Icardi aspetta una chiamata da parte dell'Inter per il rinnovo contrattuale. Al centro di numerose voci di mercato, compresa quella più complicata legata all'eventuale passaggio alla Juventus, l'attaccante argentino molto probabilmente dovrà attendere ancora un po'. Spiazzata dalla richiesta di otto milioni di euro più bonus per innalzare la clausola almeno a centoquaranta-centosessanta milioni, la dirigenza nerazzurra sta studiando la strategia migliore per affrontare l'argomento rinnovo. In scadenza nel 2021 con uno stipendio da cinque milioni e mezzo a stagione (bonus inclusi), l'ex Sampdoria ha già manifestato la volontà di legarsi ai colori nerazzurri fino al 2022 o al 2023, ma alle sue condizioni. Un atteggiamento che, a meno di inversioni di rotta dettate dai movimenti di mercato, ha consigliato al club milanese di rinviare il discorso a luglio. L'intento di Piero Ausilio è quello di sedersi al tavolo delle trattative solamente dopo la scadenza dell'attuale clausola da centodieci milioni, valida dal primo al 15 luglio. Una situazione che Wanda cercherà di sfruttare anche a proprio vantaggio, riallacciando i contatti con i vari club interessati al consorte (Atletico Madrid, Chelsea e Psg su tutti).

 Un mercato da mediano

Per quanto riguarda il mercato in entrata, al momento le priorità di Spalletti sono un esterno difensivo, uno o due centrocampisti e due esterni d'attacco. Cerca forze fresche in mediana anche il Napoli che, a meno di clamorosi colpi di scena, sempre all'ordine del giorno con De Laurentiis, entro pochi giorni saluterà Jorginho in direzione Manchester City. In entrata, si complicano due piste che parlano spagnolo. Il presidente del Betis Siviglia, negando l'esistenza di un accordo per Fabian Ruiz, ha ribadito che non è disposto a fare sconti rispetto alla clausola da trenta milioni di euro presente sul contratto del centrocampista ventiduenne. Sul fronte Lucas Torreira c'è da registrare la prepotente avanzata dell'Arsenal che ha già trovato l'accordo con la Sampdoria a trenta milioni di euro (cinque in più della clausola). La dirigenza londinese sta ora limando gli ultimi dettagli del contratto quinquennale del calciatore. Stanislav Lobotka è la pista più calda, con il Napoli che, sfruttando l'intesa con il giocatore, spera di ottenere uno sconto sui quarantacinque milioni richiesti dal Celta Vigo.

Dopo la delusione dei playoff di Serie B, Pippo Inzaghi può consolarsi con la panchina del Bologna che, su indicazione dell'ex rossonero, potrebbe andare su Montolivo, in trattative per la risoluzione con il Milan.