Il Barcellona ha fretta. In attesa che Antoine Griezmann comunichi la sua scelta definitiva sul futuro (rinnovo faraonico o trasferimento in blaugrana), il club catalano non resta a guardare e spera di poter battere a breve un colpo nei corridoi del calciomercato. Le priorità della dirigenza sono chiare ormai da tempo: un difensore centrale e un centrocampista di livello internazionale che sia in grado di non far rimpiangere troppo Andres Iniesta. Per quanto riguarda questo ruolo, i due candidati preferiti dello staff tecnico e del club sono Christian Eriksen e Miralem Pjanic. La vendita del centrocampista bosniaco, a meno di offerte irrinunciabili, non è però al momento contemplata dalla Juventus che preferirebbe fare cassa con Gonzalo Higuain e Mehdi Benatia. Il centrocampista danese sta invece trattando il rinnovo con il Tottenham che, anche senza il prolungamento, valuta l'ex Ajax non meno di ottanta-novanta milioni di euro. I soldi non sono un problema per il Barça, che incasserà anche dodici milioni più bonus dal riscatto di Gerard Deulofeu da parte del Watford (il club inglese ha anche raggiunto un accordo di massima per Adam Masina), ma i catalani hanno intenzione di giocarsi anche la carta Rafinha più un sostanzioso cash. Un calciatore che piace molto a Mauricio Pochettino e che viene valutato trentacinque milioni di euro, gli stessi previsti dal diritto di riscatto a favore dell'Inter. Restando in Spagna, scoppia il caso Gonçalo Guedes. Il Valencia ha presentato tre offerte per l'esterno d'attacco. L'ultima è stata rifiutata nonostante i quaranta milioni proposti rispecchiassero la richiesta iniziale del Psg, che ora ha alzato la domanda fino a cinquanta milioni.

Fuga dallo Sporting

Si fa sempre più grave la situazione in casa Sporting Clube de Portugal. Dopo l'aggressione subìta all'interno del centro sportivo da alcuni giocatori, si allunga la lista dei calciatori che hanno optato per la rescissione unilaterale del contratto. Secondo A Bola, Bruno Fernandes, William Carvalho e Gelson Martins hanno seguito l'esempio di Rui Patricio. Il secondo e il terzo hanno moltissimo mercato in Inghilterra (Arsenal, Liverpool e Tottenham), ma farebbero comodo anche a diverse squadre italiane che già in passato sono state accostate al centrocampista e all'esterno d'attacco (soprattutto Inter, Juventus e Milan). Il Manchester City continua il casting in cabina di regia (Thiago Alcantara, Seri e Weigl sul taccuino oltre a Jorginho e Verratti) e nelle scorse ore Pep Guardiola ha sondato il terreno con Toni Kroos, che non esclude l'ipotesi di cercare nuove sfide dopo aver vinto praticamente tutto con la maglia del Real Madrid.