Domani alle 13.30 il Liverpool affronterà lo Stoke City per dimenticare lo sciagurato 2-2 di sabato scorso contro il Wba. Alla vigilia della gara, Jurgen Klopp ha invitato un po' tutti a pensare di partita in partita. "Abbiamo un disperato bisogno di vincere contro lo Stoke. Ci servono i punti, questa è la partita della stagione. Serve che tutti siano al meglio delle loro potenzialità allo stadio. Create un'atmosfera speciale, questa squadra la merita. Il Chelsea può ancora vincerle tutte, quindi non c'è niente di deciso". A tenere banco nelle ultime ore in casa Reds sono le condizioni fisiche di Sadio Mané, fotografato ieri all'esterno di una clinica. "L'infortunio non è così serio. Parleremo con lo staff e domani vedremo se sarà pronto. Dobbiamo aspettare, non è questione di far riposare i giocatore, visto che siamo molto corti al momento. C'è una possibilità di vedere Sadio domani, dobbiamo vedere se la utilizzeremo o no. E' ancora presto. In questi casi bisogna sfruttare ogni minuto, ogni secondo, per parlare con il giocatore, con il dottore e con i fisioterapisti".

Klopp su Sean Cox e Roma-Liverpool

Durante la conferenza stampa Klopp ha rivolto il suo pensiero a Sean Cox. "Non posso descrivere le mie emozioni. Questo non sarebbe mai dovuto accadere e noi tutti dovremmo fare in modo che ciò non accada più. Tutti i nostri pensieri e le nostre preghiere sono per Sean e per la sua famiglia". Al Viminale è in corso una riunione per il piano di sicurezza in occasione di Roma-Liverpool. "Non ho mai provato nulla di simile, è solo calcio e non capisco le persone che non comprendono questo. Spero che tutti siano al sicuro ma chiedo senso di responsabilità a tutti. E' una partita, nulla di più e nulla di meno. Non posso dire nulla sulla trasferta, ci vuole semplicemente buon senso e un comportamento giusto. Cosa posso aggiungere? La polizia farà il suo lavoro e se ci saranno preoccupazioni controlleranno la situazione. A me non piace questa parte del calcio. Non dovremmo parlarne".