Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport riguardo la quarantena soft per i calciatori e membri dello staff positivi e anche sulla finale di Coppa Italia, che cade nel 50° anniversario di Italia-Germania 4-3, la "partita del secolo" del Mondiale 1970 in Messico:

"Bello che il primo titolo, la Coppa Italia, venga assegnato nel giorno in cui si celebra Italia-Germania 4-3. Anche se ce ne sono state diverse di ricorrenze: la prima semifinale di Coppa Italia, Juventus-Milan, si è giocata - dice Gravina - nel giorno in cui si sarebbe dovuto inaugurare l'Europeo. Mi auguro che i 50 anni di Italia-Germania siano di buon auspicio per la ripresa del calcio italiano. Il ricordo di quel giorno è un'esperienza indimenticabile. Spero che Mancini riporti la Nazionale alla vittoria, sarebbe importantissimo per tutto il movimento".

Sulla quarantena soft, Gravina spiega: "Il lavoro fatto con il CTS è stato un risultato straordinario. La quarantena soft è comunque una quarantena controllata e guidata, non significa che sarà eliminata. Sono sicuro che, avendo avuto l'ok del Comitato Tecnico-Scientifico, possa essere un provvedimento di veloce attuazione".