il caso

FOTO - Portogallo, sassate al pullman del Benfica: due giocatori in ospedale

Dopo la sfida casalinga pareggiata per 0-0 contro il Tondela, aggressione al mezzo di trasporto della squadra. Il club: "Lapidazione criminale"

La Redazione
05 Giugno 2020 - 10:28

Il pullman del Benfica preso a sassate. Ieri sera la squadra di Lisbona ha giocato in casa contro il Tondela, pareggiando per 0-0 una sfida che poteva permettergli di allungare sul Porto in testa alla classifica. Secondo i media portoghesi gli autori dell'aggressione, avvenuta mentre la squadra stava tornando al centro sportivo, sarebbero stati gli stessi tifosi del Benfica, scontenti per le prestazioni della squadra.

 A causa dell'esplosione dei vetri del pullman, due giocatori (il centrocampista tedesco Julian Weigl e l'ala serba Andrija Zivkovic) sono rimasti feriti al volto e trasferiti immediatamente all'Ospedale Da Luz. A renderlo noto anche il comunicato ufficiale del club che ha definito l'aggressione come una "lapidazione criminale" e ha garantito "massima disponibilità alle autorità al fine di identificare i trasgressori responsabili di questi atti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA