A margine della 'Cape Epic', corsa ciclistica che si è tenuta in Sudafrica, Luis Enrique ha concesso un'intervista al ciclista Ibon Zugasti. "Ho lasciato un Barcellona con i migliori giocatori, però avevo le idee chiare e non mi pento. Ti dedichi con ogni energia ad un progetto, ma quando vedi che arriva la fine, devi accettarlo e comunicarlo. Messi dice la sua in ogni partita. Con il suo comportamento ci ha fatto capire che aveva bisogno che diventassimo un collettivo, però più palloni gli facevamo arrivare, meglio era. La Roma? E' un club differente. Non hanno vinto molto ma hanno una bella tifoseria, molto passionale". Sul futuro. "Sono stato più felice come calciatore. Per tornare in panchina dipende da chi mi vuole, ma deve essere qualcosa che mi emozioni moltissimo. La nazionale spagnola? Potrebbe essere".