Sembrava un caso chiuso, ma l'indagine per combine relativa alla partita Levante-Saragozza del 2011 è tornata prepotentemente di attualità in Spagna. Secondo Marca, infatti, lo scorso 5 febbraio il caso è stato riaperto con la richiesta di 2 anni di carcere e 6 di inibizione per i 38 indagati, tra i quali figurerebbe anche il nome di Felipe Caicedo, attaccante della Lazio. Ultima giornata della Liga 2010/11, la gara incriminata ha sancito la salvezza della squadra ospite grazie ad una vittoria per 2-1. Secondo gli inquirenti, il Saragozza avrebbe versato circa un milione di euro nelle casse del club di Valencia che sarebbe stato in seguito distribuito ai tesserati coinvolti nell'inchiesta. Tra di essi, spiccano i nomi di Gabi, Ander Herrera e Vicente Iborra. A destare sospetti negli inquirenti, l'abbattimento delle spese affrontate per le vacanze estive del 2011 dai calciatori del Levante, che l'anno prima avevano invece speso anche 200-300mila euro singolarmente. Questo testimonierebbe una improvvisa disponibilità di denaro contante.