Rick Karsdorp, attualmente in prestito al Feyenoord, è finito al centro di alcune polemiche scatenatesi dopo la diffusione di un video che lo ritrae nel giorno di Santo Stefano a bordo di un taxi in compagnia di un suo amico.
Le immagini hanno fatto subito il giro del web, e i tifosi olandesi hanno accusato il terzino in prestito dalla Roma di fare uso di alcolici e anche di sostanze stupefacenti.
Lo stesso Karsdorp ha voluto rispondere sui social attraverso una storia Instagram.

"Negli ultimi giorni, oltre ai messaggi positivi, ho anche ricevuto molti messaggi negativi e ho sperimentato con quanta rapidità le persone giudicano qualcosa di cui non sanno.
Non volevo approfondirlo, ma c'è una cosa che voglio correggere. Sì, a volte bevo qualcosa e sì, sono anche un essere umano, ma non userò mai quel tipo di sostanze.
Non vedo l'ora che arrivi il 2020 con una prospettiva positiva e auguro a tutti lo stesso.
Mi concentro sulla seconda metà della stagione al Feyenoord
Sostenitori, Grazie".

In risposta alle polemiche, è intervenuta immediatamente anche la società olandese con il responsabile dei media, Raymond Salomon smentendo così la questione: "Mi rendo conto che, soprattutto nel campo sportivo, Santo Stefano sia uno dei giorni con meno notizie dell'anno, ma in un cortometraggio di 11 secondi vediamo Rick in un taxi che non fa o dice nulla di sbagliato, ma in effetti sembra che abbia bevuto".