Sosta fa rima con riposo, ma non per tutti. La pausa per le nazionali arriva nel momento giusto per la Roma che a Parma è sembrata sulle gambe, provata da un tour de force di 7 partite in 20 giorni con una rosa decimata dagli infortuni e che solo nelle ultime uscite ha recuperato qualche tassello. Da un lato questo break permetterà al gruppo di recuperare energie preziose ma dall'altro Fonseca è costretto a salutare dieci giocatori che partiranno in giro per il mondo con le rispettive selezioni. In primis i tre italiani Zaniolo, Florenzi e Mancini che in una delle due partite sfideranno la Bosnia di Edin Dzeko. Il bomber avrebbe bisogno di riposare, visto che l'assenza di Kalinic in giallorosso lo ha costretto agli straordinari, ma la sua nazionale si gioca le restanti speranze di qualificazioni a Euro 2020 contro l'Italia (15 novembre) e Leichtnestein (18 novembre) e difficilmente il ct Robert Prosinecki gli concederà qualche minuto di tregua. Scenario molto simile a quello del suo amico e compagno di squadra Aleksandar Kolarov che con la Roma ha giocato tutti i minuti possibili dall'ultima sosta per le nazionali ed è apparso tra i più stanchi. La sua Serbia ha 10 punti nel Girone B di qualificazione ed insegue il Portogallo che è secondo con un punto di vantaggio, per questo diventano fondamentali le due gare contro Lussemburgo (14 novembre) e Ucraina (17 novembre).

Si gioca tanto anche la Turchia di Cengiz Ünder e Mert Cetin che comanda il Girone H davanti alla Francia campione del mondo e battendo l'Islanda (14 novembre) può ipotecare la qualificazione ancora prima dell'ultima gara contro l'Andorra (17 novembre). L'esterno si era infortunato in nazionale durante la scorsa sosta e solo nelle ultime partite ha rivisto il campo, da valutare se il ct Gunes vorrà rilanciarlo dal primo minuto. Il difensore ha esordito con la Roma e spera di poter fare lo stesso in nazionale. Qualificazione in tasca per la Spagna di Pau Lopez che contro Malta (15 novembre) può conquistare matematicamente il primo posto nel girone, circostanza che potrebbe permettere all'estremo difensore giallorosso di trovare minuti nell'ultima sfida con la Romania (18 novembre). Justin Kluivert vestirà ancora la maglia dell'Olanda Under 21 per le sfide contro Gibilterra (14 novembre) e Inghilterra (19 novembre). Prima chiamata nel Brasile dei grandi per Fuzato impegnato contro Argentina (15 novembre) e Corea del Sud (19 novembre).