La Roma di Paulo Fonseca scenderà oggi in campo per la sua seconda amichevole stagionale sui campi di Trigoria. L'avversario è il Trastevere Calcio 1909, affermata realtà del calcio dilentattistico romano che rappresenta l'omonimo rione della Capitale, allenata da Fabrizio Perrotti. I giallorossi continuano così la loro preparazione dopo la prima vittoria contro il Tor Sapienza per 12-0, in attese delle prossime amichevoli contro Gubbio, Rieti e Ternana prima della partenza per Perugia, contro cui giocherà il 31 luglio, e il Lille, il 3 agosto.

Visualizza questo post su Instagram

Prestigiosa amichevole contro l'AS Roma! - Sabato 20 luglio alle ore 17.30 a Trigoria, presso il centro sportivo "Fulvio Bernardini", si disputerà una gara amichevole tra l'AS Roma e il Trastevere Calcio. La partita si giocherà a porte chiuse, e sarà trasmessa in diretta esclusiva su Roma Tv. È la diciannovesima volta che le due storiche squadre della Capitale si incontrano. La prima volta accadde il 2 aprile 1933, al campo "Testaccio", con risultato di 2-0 per i giallorossi. L'ultima invece il 20 febbraio del 1975. Dall'avvento del presidente Pier Luigi Betturri, è la prima volta che il Trastevere sfida la AS Roma. Ci sono state di recente altre 2 gare amichevoli, disputate però contro la Primavera giallorossa (il 2 settembre 2015 e il 6 agosto 2016). Particolarmente significative furono le 4 sfide dal 1943 al 1945, anni in cui le due squadre militavano nello stesso campionato, cosiddetto "di guerra". L'AS Roma giocava nello "Stadio Nazionale", che sorgeva nell'area dell'attuale "Flaminio", mentre il Trastevere disputava le gare interne allo "Stadio della Rondinella", ove attualmente è edificato il Villaggio Olimpico. Nelle precedenti 18 partite, ci sono stati 17 successi da parte della Roma e un pareggio per 1-1 il 28 maggio 1933. Un risultato sorprendente, così come riportato da "Il Littoriale" del 2 giugno 1933: "contrariamente alle previsioni, ecco il Trastevere imporre al leader il match nullo...". Va infine ricordata la figura di Fulvio Bernardini, al quale è intitolato il centro sportivo di Trigoria. Dopo una brillante carriera con l'AS Roma, Bernardini allenò proprio il Trastevere nel campionato di Serie B 1946-47, sfiorando una clamorosa salvezza, dopo una grandissima rimonta. #forzatrastevere 🦁 - #trasteverecalcio #asroma #amichevole #trigoria #seried #calciomercato #trasteverestadium #trastevere #rionexiii #rionetrastevere #instacalcio #calcioitaliano #calcio #ilcalcio #ilCuoreDelCalcio #nuovedivise #legadilettanti #leganazionaledilettanti

Un post condiviso da Trastevere Calcio 1909 (@trasteverecalcio) in data:

La storia

La squadra dopo alcuni anni di inattività è tornata a giocare nel 2012, grazie all'impegno dell'attuale presidente Pier Luigi Betturri, con il nome di A.S.D. Trastevere Calcio. Viene così rifondata l'erede storica della F.C. Trastevere, nome dell'originaria squadra del 1925, che ricomincia a giocare sotto la guida tecnica dell'allenatore Gabriele Gori, iscrivendosi al campionato 2012/2013 e ripartendo obbligatoriamente dalla III Categoria. La squadra sarà inserita nel girone C e alla fine della stagione otterrà il quinto posto. L'anno seguente la società acquisisce il titolo per partecipare al campionato di Promozione al posto dell'A.S.D. Maccarese. Alla fine della stagione il Trastevere assorbe la squadra del Ciampino e, sotto la guida tecnica del mister Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, disputa il campionato di Eccellenza per la stagione 2014/2015. La squadra è in testa al campionato e deve vedersela all'ultima giornata per la promozione con la diretta inseguitrice Sporting Città di Fiumicino. Alla fine la squadra capitolina vincerà la partita per 2-1 conquistando la promozione in Serie D al debutto nella competizione.

La prima stagione in Serie D si rivela molto buona, con la squadra che conclude la stagione all'undicesimo posto con 40 punti. L'anno successivo la stagione 2016/2017 vede un cambio di allenatore in panchina con Sergio Pirozzi che lascia al squadra dopo il terremoto di Amatrice, città di cui era sindaco, del 24 agosto 2016, per stare vicino alla sua gente. Al suo posto Aldo Gardini porta la squadra capitolina al secondo posto del torneo, a 72 punti a una sola lunghezza dal Bisceglie, arrivando anche in finale play-off, venendo però sconfitta dalla Nocerina.

Nella stagione 2017/2018 il Trastevere partecipa per la prima volta al primo turno di Coppa Italia contro la Reggiana, perdendo per 2-1 e venendo eliminata dagli emiliani. In campionato la squadra si piazzerà al quarto posto, conquistando il pass per disputare i play-off. La squadra arriverà in finale perdendo però per 3-1 contro l'Albalonga, che viene così promossa in Serie C. L'ultima stagione il Trastevere si piazza terzo in classifica alle spalle di Avellino e Lanusei.

Visualizza questo post su Instagram

#ForzaTrastevere 🦁

Un post condiviso da Trastevere Calcio 1909 (@trasteverecalcio) in data:

Curiosità

La squadra del Trastevere Calcio può vantare il fatto di essere l'erede della squadra locale per cui ha giocato anche un giovanissimo Francesco Totti. L'eterno numero dieci giallorosso, dopo aver giocato nella Fortitudo proprio sotto casa sua a Porta Metronia, passò alla Smit Trastevere nelle stagioni 1984-85 e 1985-86. Proprio per questo legame il Presidente del club, Pier Luigi Betturri, nell'anno del ritiro scrisse una lettera a Totti in cui proponeva al capitano di andare a giocare con la sua ex squadra: "Qui è sempre valida la proposta per quell'ambizioso progetto di unire il Trastevere a Francesco Totti e poter così sviluppare quel meraviglioso disegno finalizzato a creare un terzo polo calcistico nella Capitale". Nella lettera il presidente amaranto chiedeva anche di poter spostare il campo gara per le partite in casa della squadra, che sono disputate al Trastevere Stadium, che si trova all'interno del parco pubblico romano di Villa Doria Pamphilj, chiedendo di ottenere la possibilità di utilizzare lo Stadio Flaminio, in vista di una futura ristrutturazione. Inoltre il Trastevere è una delle quattro squadre che può vantare un proprio negozio ufficiale nella Capitale, a via della Lungaretta, insieme a Roma, Lazio e Juventus. Infine la società è patrocinata dalla Comunità di Sant'Egidio, una partnership all'insegna dei valori umani, prima ancora che sportivi, e della salvaguardia del territorio. Proprio la Comunità è diventata quest'anno lo sponsor ufficiale della nuove maglie, che sono state presentate il 18 luglio e che saranno inaugurate proprio oggi a Trigoria contro la squadra di Fonseca.