La vittoria di un titolo con l'Argentina per appendere gli scarpini al chiodo: questa la volontà di Leo Messi. La Pulce si è raccontata ai microfoni di Fox Sports Radio Argentina dal ritiro dell'Albiceleste (in una pausa della preparazione verso la prossima Copa America) facendo il punto su svariati argomenti. 

"Voglio ritirarmi avendo vinto qualcosa con la nazionale: continuerò a lottare per questo sogno". Così ha risposto la stella del Barcellona alla domanda sul suo futuro in campo. L'esterno d'attacco, poi, ha parlato di Pep Guardiola: "Pep è stato un insegnante unico per me, è un allenatore che anticipa tutto ciò che accade nel gioco". 

Non è mancato, poi, un ricordo su due suoi ex compagni di squadra al Barça: "Mi mancano Xavi e Iniesta". Infine, un pensiero del calciatore su Cristiano Ronaldo: "Quando andò via dissi che perderlo avrebbe danneggiato il Real e si arrabbiarono. Ma sarebbe successo a tutte le squadre, un giocatore come lui, da 50 gol a stagione, manca alla Liga perché i grandi giocatori rendono migliore il torneo: cercavamo di superarci ogni anno e miglioravamo"