Tanti auguri Bati. Lo grideranno in piazza migliaia di persone domenica a Firenze, anche se il suo 50° compleanno è stato lo scorso 1° febbraio. L'appuntamento è alle 18 in Piazza della Signoria, per un grande evento di celebrazione organizzato da SenseMedia Italia, società di produzione e comunicazion che, proprio in questi mesi, sta girando il docufilm dedicato alla vita del Re Leone: El Número Nueve, si intitola. Il regista Pablo Benedetti lo sta girando facendo tappa in tutti i luoghi della vita di Batistuta e dopo l'estate sarà distribuito. Nel corso della campagna di comunicazione social che precede l'evento di domenica, gli organizzatori hanno dedicato una giornata a ognuna delle nove maglie vestite da Batigol. Ieri è stato proprio il giorno della Roma e il protagonista ha commentato così il momento su Facebook: «Sono emozionato, mancano pochi giorni alla festa a Firenze e ho appena scoperto che all'evento verranno proiettati tutti i miei gol più belli. El Número Nueve ricorda oggi il gol che chiudeva la mia prima stagione lontano da Firenze e che ha portato alla Roma il terzo scudetto».

Gli auguri di Claudio

Tra i tanti ospiti che si alterneranno sul palco di fronte al palazzo più famoso di Firenze, in un evento che ricorda per molti aspetti quello in cui Totti il 27 settembre scorso ha presentato il suo libro al Colosseo, era stata invitata anche una delegazione giallorossa. Ma con la Roma impegnata nell'importantissima sfida col Napoli alle 15, una presenza fisica era impossibile. E allora ecco che, tra i video che saranno proiettati sul maxischermo in piazza, apparirà anche la faccia sorridente di Claudio Ranieri, che farà i suoi auguri pubblici al giocatore che in maglia viola ha allenato dal 1993 al 1997. C'era Ranieri in panchina durante uno dei grandi momenti dell'argentino in Italia, quando dedicò un gol alla moglie gridando alla telecamera "Irina te amo!" durante la finale di Supercoppa Italiana contro il Milan nel 1996.

L'evento

Intanto, Batistuta è già a Firenze e si gode il sole primaverile della città di cui, dal 2016, è cittadino onorario. A Piazza della Signoria lo hanno raggiunto papà Osmar, mamma Gloria, la moglie Irina e i quattro figli Lucas, Thiago, Shamel e Joaquin. Sul palco ci saranno anche ex calciatori come Baiano e Torricelli, così come una delegazione dell'attuale Fiorentina e alcune presenze top-secret. L'accesso sarà libero e gratuito e, dopo la celebrazione, SenseMedia ha organizzato in collaborazione con Win Effect Firenze una cena con il festeggiato, il cui ricavato sarà devoluto all'Ospedale Pediatrico Meyer. Tutto l'evento sarà trasmetto in diretta sulle pagine social di SenseMedia e del film.

Il docufilm

Durante l'iniziativa di domenica verranno proiettati, oltre agli auguri di chi non è potuto venire, anche alcuni stralci del documentario in produzione. E Roma sarà, così come Reconquista, Buenos Aires, Firenze e Milano, uno dei principali scenari. Il regista Benedetti, assieme a Batistuta (che sarà una presenza centrale nel film), è già stato a Roma per le prime riprese e ci tornerà nei prossimi mesi per raccontare l'epico Scudetto del 2001, con cui il Re Leone ha lasciato la sua incacellabile zampata sulla storia giallorossa.