Sembra un altro pianeta, ma è solo al di là della Manica. Il 3 aprile alle 19.45 inaugura il Tottenham Hotspur Stadium. Lo scintillante gigante grigio sorge su un'area che ricopre in parte quella dove fino a qualche anno fa si stagliava il mitico White Hart Lane. E fra nemmeno due settimane ospiterà la prima partita ufficiale, ospite il Crystal Palace. Quasi un segno del destino, una "congiunzione astrale" che lancia un messaggio a Roma e dice: guardate come si fa.

Proprio nei giorni in cui, in Italia, catastrofisti e detrattori hanno messo la (loro) ennesima pietra tombale su un progetto per il quale, ormai, a far discutere non dovrebbe più essere il "se" ma il "quando". Già, il quando. Il concepimento dell'idea di un nuovo stadio per il Tottenham risale al 2007, ma fino al 2012 il club non ha spinto l'acceleratore: la possibilità di usare l'Olympic Stadium nuovo di zecca, realizzato per Londra 2012 e aggiudicato dal West Ham, era troppo ghiotta. Poi, il progetto di abbattere White Hart Lane ha ingranato, sostenuto dal Northumberland Development Project, un piano pubblico di rigenerazione urbana della durata di 20 anni pianificato per riqualificare tutta la zona di Tottenham.

Certo, anche a Londra hanno avuto problemi. E infatti lo stadio degli Spurs, oltre ad alcune esitazioni iniziali da parte della politica - c'è chi sostiene che solo i riots che incendiarono il quartiere nell'estate 2011 abbiano dato l'impulso definitivo -, ha tardato a inaugurare. In teoria, la prima partita si sarebbe dovuta giocare sei mesi fa, perché era previsto che il nuovo impianto fosse disponibile per l'inizio della Premier League. In seguito, la dirigenza degli Spurs aveva puntato il derby con l'Arsenal del 2 marzo come grande evento per celebrare l'inaugurazione: anche in questo caso, però, un problema ai sistemi di sicurezza aveva costretto a rinviare la festa.

Adesso è tutto pronto, come annunciato anche da uno splendido video in time-lapse diffuso dal club che ha fatto il giro del mondo: in meno di due minuti si vedono decine di gru abbattere White Hart Lane e costruire il nuovo impianto. Tempo impiegato? 2016-2019. Prima della partita col Palace, però, lo stadio dovrà ottenere il certificato di sicurezza necessario per ospitare la Premier. Per farlo ospiterà due eventi di prova aperti a un numero limitato, ma crescente, di spettatori. Sarà solo l'antipasto prima del grande giorno.

Il programma

- 24 marzo: il primo dei due test-match richiesti per poter ospitare eventi ufficiali. L'Under 18 degli Spurs affronterà il Southampton di fronte a 30mila persone.
- 30 marzo: secondo e ultimo appuntamento con le prove generali. Dopo i giovani tocccherà ai senior, con le Legends del Tottenham contro quelle dell'Inter. A questo giro gli spalti saranno quasi pieni, con 45mila persone previste su 62mila posti.
- 3 aprile: finalmente l'inaugurazione ufficiale. Tottenham-Crystal Palace, Premier League, preceduta da circa 30 minuti di cerimonia inaugurale. Sold-out scontato.
- 9 aprile: la seconda partita ufficiale sarà subito un main event. Gli Spurs ospiteranno il City per i quarti di finale di Champions League.