L'Uefa non potrà aprire una nuova indagine sul Psg per presunte violazioni del Fair Play Finanziario legate a sponsorizzazione irregolari. Lo ha deciso il Tas che ha accolto il ricorso presentato dal club parigino. Il massimo organo del calcio europeo voleva eseguire ulteriori accertamenti sul triennio 2015-2016-2017.

In ballo c'erano gli aggiustamenti legati ai contratti di sponsorizzazione che rifornivano le casse del club. Tuttavia la pratica è stata inoltrata oltre il tempo limite consentito per questo il Tas ha deciso a favore del Psg. Si attende ancora la decisione dell'Uefa sul triennio 2016-2017-2018.