Momento di tensione durante il derby di Milano di questa sera a San Siro, terminato 3-2 per la squadra di Luciano Spalletti. Minuto 69, Gattuso decide di far entrare Andrea Conti per tentare di pareggiare la partita, a fare spazio all'esterno italiano il centrocampista rossonero Kessie, che però sembra non gradire per niente la scelta del suo allenatore. Tornato in panchina il centrocampista viene bacchettato dal suo compagno di squadra Biglia e tra i due nasce un vero e proprio accenno di rissa con l'ivoriano trattenuto a fatica dal resto della panchina.

Subito dopo la fine della partita c'è stato il chiarimento tra i due, che hanno poi commentato l'episodio ai microfoni di Sky Sport

Kessie

"Sostituzione? In un momento così della partita può capitare di sbagliare, avevo il nervosismo della gara e avevo voglia di vincere. Quando sono uscito mi sono lasciato andare con Lucas, ora gli ho dato la mano. Abbiamo chiarito, chiedo scusa ai tifosi e alla società. Questi dieci minuti di nervosismo non devono influire sulla stagione".

Biglia

"Ho sbagliato io per primo perché dovevo capire la situazione, la sua emozione dopo il cambio, volevo fargli capire che non era giusto nei confronti del compagno che entra. Abbiamo chiarito, avrei dovuto parargli dopo nello spogliatoio. Non c'è niente con lui, anzi ho un bellissimo rapporto. Volevamo vincere e queste cose possono succedere nel nervosismo. Mi assumo totalmente la responsabilità, ci metto la faccia. Mi spiace per i tifosi, società, compagni e allenatore. È stata una brutta figuraccia, guardiamo avanti. Abbiamo chiarito, abbiamo parlato, si può sbagliare. Mi dispiace per il mister e lo staff che mettono sempre il gruppo davanti a tutto".