La Procura di Firenze ha chiuso le indagini riguardanti la morte di Davide Astori, indagati per omicidio colposo i medici Francesco Stagno, come direttore sanitario dell'Istituto di medicina dello sport di Cagliari, e Giorgio Galanti, quale direttore sanitario del Centro di riferimento di medicina dello sport dell'Aouc di Firenze Careggi.

Secondo gli inquirenti i due medici non avrebbero messo a referto alcune anomalie al cuore rivelatesi durante i test sottosforzo. La morte del calciatore è avvenuta a causa di una "cardiomiopatia aritmogena diventricolare" tale da determinare il decesso improvviso.