La Uefa ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti dell'allenatore dell'Atletico Madrid, Diego Simeone, per "condotta impropria" dopo l'esultanza andata in scena dopo il primo dei due gol segnati contro la Juventus nell'andata degli ottavi di finale di Champions League, dove l'argentino si era portato le mani sulle "parti basse" del corpo. Nel dopo partita l'allenatore della squadra di Madrid si era scusato, sottolineando però che il gesto era per esaltare gli "attributi" dei suoi ragazzi.

 La data in cui la Commissione disciplinare della Uefa esaminerà il caso è ancora da confermare. Sotto inchiesta anche il tecnico della Juventus (sempre per "condotta impropria"), Max Allegri, per aver ritardato l'inizio del secondo tempo.