Serata di verdetti tra Conference ed Europa League. Quelli della neonata competizione europea interessano da molto vicino la Roma: dal Leicester al Marsiglia, dal Vitesse al già incontrato Bodø/Glimt, oggi si stabilisce chi parteciperà al sorteggio degli ottavi di finale (in programma domani dalle 13 a Nyon) e dalle qualificate di stasera arriverà l'avversaria della squadra giallorossa. Tra le più insidiose in ottica romanista che, a meno di sorprese, questa sera passeranno il turno, c'è il Leicester di Brendan Rodgers. All'andata in Inghilterra le Foxes hanno battuto i danesi del Randers per 4-1, successo che non ha aiutato a riprendere la corsa in Premier (ko nel week-end col Wolverhampton) ma ha di certo messo una seria ipoteca sull'approdo agli ottavi. Il calcio d'inizio al Cepheus Park è previsto per le 18.45, così come accadrà in Qarabag-Marsiglia, con i francesi (anch'essi favoriti) che hanno vinto 3-1 una settimana fa in casa.

Vista la lunga trasferta a Baku (circa 5.000 chilometri) e l'imbattibilità interna sin qui registrata in Europa dagli azeri, il compito per Sampaoli e i suoi (tra cui diversi ex giallorossi) è potenzialmente più complesso rispetto a quello del Leicester. Ha sorpreso il successo per 3-1 del Bodø/Glimt a Glasgow contro il Celtic nel turno d'andata: dalle 18.45 ai campioni di Norvegia basterà un pareggio per continuare il cammino europeo. Stesso orario per Maccabi Tel Aviv-Psv (olandesi vittoriosi per 1-0 all'andata) e Partizan-Sparta Praga (1-0 serbo una settimana fa), mentre alle 21 scenderanno in campo Paok-Midtjylland (1-0 in Danimarca al primo incontro), Slavia Praga-Fenerbahce (dopo il rocambolesco 3-2 per i cechi) e Vitesse-Rapid Vienna ( 2-1 austriaco all'andata).


«Chi non lotta ha già perso»

Questa sera anche Napoli, Lazio e Atalanta si giocano l'accesso agli ottavi. «Non c'è favorita, chi non lotta ha già perso», ha dichiarato in conferenza Spalletti in vista della gara di ritorno col Barcellona dopo l'1-1 del Camp Nou (via alle 21). A Gasperini basterà un pareggio in casa dell'Olympiakos dopo la vittoria a Bergamo, mentre Sarri e i suoi all'Olimpico dovranno ribaltare il 2-1 subito dal Porto una settimana fa (calcio d'inizio previsto alle 18.45 per entrambe le partite).