Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha rilasciato delle dichiarazioni al termine del Consiglio federale. Tra gli argomenti trattati la candidatura dell'Italia per l'Europeo del 2028 e l'indice di liquidità. Queste le sue parole: 

Sulla candidatura dell'Italia per Euro 2028
Lo step decisivo è a marzo, prima dell'Esecutivo Uefa del 20 marzo presenteremo la nostra candidatura, che è aperta anche al 2032. Valuteremo una delle due opzioni. Lo faremo in maniera seria e ponderata anche perché c'è un grande fermento di rinnovamento delle infrastrutture. Penso ad esempio a Firenze, Cagliari, Bologna e Bari.

Sull'indice di liquidità
Salirà fino a 1 nell'arco di 3-4 anni. Non è più un indice che impedirà o consentirà le attività di calciomercato, ma sarà un indice legato all'ammissione al campionato".