L'Inter ritrova il proprio tifo organizzato nella gara odierna contro il Bologna, dopo la squalifica della Curva Nord in seguito ai fatti della partita di Santo Stefano con il Napoli.

I tifosi nerazzurri sono tornati sulla vicenda: in una fanzine della Curva Nord, rivista distribuita allo stadio dai tifosi, hanno criticato duramente la società, colpevole a loro giudizio di aver accettato passivamente la decisione del Giudice Sportivo di chiudere il settore più caldo del tifo interista.

Le critiche hanno colpito anche Koulibaly, definito "un piccolo uomo che ricorre a bugie per lavarsi la coscienza". "Fosse stato bianco, giallo o blu ci saremmo comportati alla stessa maniera", hanno proseguito.

"A noi del razzismo non ce ne frega un bel niente, noi andiamo allo stadio per tifare i nostri giocatori", "Gli striscioni BUU una pagliacciata fatta e finita" le altre dichiarazioni del tifo organizzato interista. Il riferimento è alla campagna contro il razzismo messa in campo dall'Inter per Inter-Sassuolo, quando la società nerazzurra ha tappezzatto di striscioni con scritto "buu" lo stadio.