I giocatori del Reus Deportiu, squadra della seconda divisione spagnola, si sono fermati per un minuto restando abbracciati al centro del campo durante la gara di campionato in casa dell'Alcorcon. Gli avversari, in segno di solidarietà con i colleghi, non hanno mai superato la metà campo e si sono passati la palla tra loro fino al termine della protesta. 

Il Reus Deportiu è piena crisi: non solo sportiva, visto che bazzicano stabilmente sul fondo della classifica, ma soprattuto societaria. I calciatori infatti non ricevono lo stipendio da tre mesi e non hanno più notizie dei proprietari. Per questo oggi hanno inscenato la protesta subito dopo il fischio d'inizio del match, che per altro hanno vinto per 1-0. Questo successo tuttavia potrebbe non bastare per tirare fuori il club dalla situazione in cui si trova.