"Il PSG rischia di essere escluso dalla Champions League", il quotidiano francese L'Equipe lancia l'allarme e riaccende i riflettori sui guai con il Fair Play Finanziario del club parigino. L'Uefa infatti starebbe pensando ad una rivalutazione dei ricchi contratti di sponsorizzazione tra i fondi del Qatar e il PSG portando i conti del club in passivo e facendo scattare una nuova violazione delle regole europee.

I fatti non sono nuovi e nascono dall'indagine chiusa il 13 giugno in cui i parigini aveva evitato sanzioni grazie ai contratti di sponsorizzazione. Tuttavia il 3 luglio la Commissione per il controllo del Fair Play Finanziario ha riaperto le indagini per investigare sugli acquisti di Mbappé e Neymar. Secondo L'Equipe, questa nuova indagine sarà più severa e svaluterà del 37% i contratti di sponsorizzazione dichiarati dal PSG portandoli da 138 a 87 milioni di euro.

Anche il contratto con il main sponsor QTA sarebbe rivalutato portandolo da 100 a 58 milioni, una perdita che andrebbe a gravare sul bilancio per la stagione 2016-17 dei parigini comportando un passivo di 84 milioni di euro a fronte di un tetto massimo di 30 milioni. Per il PSG si tratterebbe dunque di una seconda violazione di questo tipo dopo quella del 2014. 

L'esclusione dalla coppe europee potrebbe essere la sanzione più grave, che potrebbe anche però tramutarsi nel divieto di iscrizione dei nuovi acquisti nelle liste per le competizioni Uefa. Gli organi europei hanno poi scandagliato anche gli acquisti di Mbappé e Neymar che tra ammortamento del cartellino e salario costringono il PSG a trovare 150 milioni di euro per far quadrare i conti. Con la scure dell'Uefa e il contratto di sponsorizzazione con QTA che scade nel 2019 "è più facile vincere la Champions League", scrive L'Equipe.