Il Direttore Generale della Juventus, Giuseppe Marotta, ha rilasciato un'intervista a Rai Sport spiegando i motivi del suo addio al club bianconero e svelando i progetti per il suo futuro. Queste le sue parole:

Sull'addio alla Juventus.
"Non c'è stato un motivo scatenante, è una situazione voluta dalla società e io mi adeguo alle direttive per amore della Juve e delle persone che ci lavorano. Sposo questa linea aziendale, sono un uomo d'azienda e capisco. Sono certo di aver dato il 100% in questi miei anni alla Juve, che coincidono con grandi traguardi. Spero che chi verrà dopo di me possa fare lo stesso".

Sul possibile approdo in Federcalcio.
"Smentisco. Non escludo invece di potermi accasare in un altro grande club. Ho fatto 40 anni di lavoro senza mai fermarmi, è la prima volta che mi fermo a campionato in corso. Vorrei tanto ripresentarmi però ai nastri di partenza della prossima stagione al timone di un'altra squadra".