Al termine di Chelsea-Roma, Radja Nainggolan ha commentato il 3-3 di Londra. Ecco le sue dichiarazioni:

A MEDIASET

"Abbiamo fatto una grande partita, è strano prendere il 3-3 così perché ci sentivamo più forti. Ovviamente è un risultato positivo che fa bene al morale. Abbiamo preso dei gol un po' infelici, abbiamo perso dei palloni con troppa semplicità, ma questo non vuol dire che bisogna per forza prendere gol. Dobbiamo fare meglio in tante cose, però abbiamo costruito tanto, con tanta personalità. L'interesse del Chelsea? Ero convinto sin da subito di quello che volevo. Vincere a Roma sarebbe una cosa indimenticabile. Sto bene, vivo bene. Ho dato tanto e voglio ricevere e dare ancora tanto indossando questa maglia. Siamo andati subito a cercarli alti, costringendoli a calciare lungo. Abbiamo dato il massimo ognuno di noi. Spero che si possa continuare così perché questa è la strada giusta". 

A ROMA TV

Ci sentivamo forti, tanta personalità. Passo in avanti rispetto a Napoli? Si, abbiamo perso anche per colpa nostra. Oggi siamo stati bravi, fatta una gran partita. C'era grande fisicità a centrocampo, a ogni giocatore piace giocare questo tipo di partite. Stadio bello, campo bello, atmosfera bella. Ripeto: fatto una grandissima prestazione. Pareggio che porta morale, se continuiamo così possiamo fare bene. In campo ci sentivamo forti, non tutte le squadre che vengono qui vanno sotto di due e ribaltano... Fuori e dentro il campo è stata una partita divertente. Palcoscenico più importante. Come squadra dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo. Ogni giocatore che viene chiamato in causa sa quello che deve fare, possiamo contare su tutti. Grande cosa per noi. Dzeko? Ecco, è un problema di Roma... il primo anno è stato criticato tanto, ora segna tanto... Lui risponde sempre presente, lavora per la squadra. Contento di averlo in squadra. Mi metto a disposizione, voglio vincere ogni partita e arrivare il più lontano possibile.