Roma-Udinese 3-1: i giallorossi si divertono e conquistano il terzo successo consecutivo

La squadra di Di Francesco regola i friulani già nel primo tempo grazie al gol di Dzeko e alla doppietta di El Shaarawy

23 Settembre 2017 - 14:53

La Roma batte 3-1 l'Udinese allo Stadio Olimpico nell'anticipo della sesta giornata di Serie A e centra la terza vittoria consecutiva. Decidono il match la rete di Dzeko (sesto centro in quattro partite) e la doppietta di El Shaarawy; gol della bandiera dei friulani di Stryger nel finale.

Dopo una decina di minuti a ritmi piuttosto blandi, la Roma affonda e trova la zampata vincente all'11. Azione caparbia di Nainggolan che vince un paio di contrasti e da terra serve Dzeko: il numero 9 a tu per tu con Bizzarri non sbaglia fa 1-0. I giallorossi, galvanizzati dal vantaggio, prendono campo e costringono l'Udinese a rinchiudersi nella propria metà campo. Alla mezz'ora gli sforzi della squadra di Di Francesco vengono premiati: Dzeko con il mancino mette in mezzo per El Shaarawy, che anticipa il difensore e insacca sul secondo palo. In chiusura di tempo arriva anche il tris: cross dalla destra di Perotti, Larsen tenta il retropassaggio a Bizzarri, ma è di nuovo El Shaarawy ad inserirsi e a siglare il 3-0 con un preciso piatto all'angolino.

Nella ripresa la Roma si limita ad amministratore il vantaggio: l'Udinese, piuttosto stanca, sfiora il gol della bandiera con una girata di Stryger, ma la palla termina di poco fuori. I cambi effettuati da Delneri non modificano il copione, e i giallorossi in contropiede hanno diverse chance per incrementare il bottino, ma mancano di lucidità nell'ultimo passaggio o nel tiro. Di Francesco manda in campo Defrel e Moreno per Dzeko e Kolarov, applauditissimi al momento della sostituzione. Al 75' sugli sviluppi di un corner Nuytinck di testa colpisce la traversa, poco dopo è Defrel lanciato in area di rigore a fallire il poker calciando addosso a Bizzarri. Nel finale l'arbitro assegna anche un rigore ai giallorossi, ma Perotti colpisce il palo; sul ribaltamento di fronte, Stryger elude la trappola del fuorigioco e batte Alisson con un preciso rasoterra di destro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA