Fonseca è chiamato a ipotizzare alternative in mezzo al campo quantomeno per le prossime partite. Jordan Veretout sarà difficilmente sostituibile per caratteristiche tecniche e tattiche, ma in rosa la Roma ha almeno altri quattro elementi che possono giostrare nel reparto di centrocampo. A partire da Pellegrini, che fra tutti sembra quello maggiormente predisposto al dinamismo. La gara del Franchi ha confermato che il suo spostamento qualche metro più indietro può anche giovargli. E con Diawara tornato alla ribalta nelle ultime settimane, c'è non soltanto Villar, che di fatto è stato titolare in regia fino al penultimo turno, ma anche Cristante. Il numero 4 si è adattato con grande spirito di squadra a giocare al centro della difesa nella fase di massima emergenza del reparto arretrato, ma resta un centrocampista. Contro il Genoa potrebbe ancora toccargli una maglia fra i tre dell'ultima linea perché Kumbulla è squalificato e Ibanez non ancora pronto (anche ieri ha svolto lavoro individuale). Ma già a partire dalla prossima settimana Bryan può tornare a occupare la posizione originaria. Chi farà sicuramente parte della difesa anti-Genoa sarà Smalling, che contro i viola ha riassaggiato il campo dopo un mese di assenza, entrando anche bene in partita. L'inglese ha smaltito i postumi dell'infortunio muscolare e la speranza è che abbia messo definitivamente alle spalle i problemi fisici che lo hanno bersagliato in questa stagione (appena mille i minuti giocati finora). Al suo fianco l'imprescindibile Mancini, che dovrà attendere ancora per riposare.