Si riparte con il calcio in tempi, solitamente, di calciomercato. In questo strano finale di stagione posticipato, però, non si sono mai fermati i discorsi relativi alle trattative di mercato. Non solo per l'ovvia ragione di prolungare i contratti (dei prestiti, in particolar modo) ma anche per gettare le basi per il futuro. E per la Roma alcuni discorsi sono anche legati. Ci riferiamo soprattutto a Smalling e Mkhitaryan, due pedine che il tecnico Fonseca ritiene molto importanti se non fondamentali anche per la prossima stagione. L'inglese ha già dato l'ok da tempo a rimanere nella Capitale e a Trigoria sono confidenti che la volontà del calciatore prevarrà e il Manchester United troverà un prezzo giusto per l'acquisto del giocatore da parte della Roma. Stesso desiderio di rimanere espresso da Mkhitaryan.

Anche su di lui Fonseca si è espresso pubblicamente: ci punta per il prossimo campionato. Contando sulla parentela di procuratore (Raiola), nelle ultime settimane si è parlato - anche se non ci sono conferme sponda giallorossa - di mettere in piedi con l'Arsenal uno scambio con Kluivert, che ha estimatori in Premier e che è uno dei giocatori sulla lista dei sacrificabili per fare plusvalenze. Anche se il primo indiziato a far respirare il bilancio della Roma è sempre Patrik Schick (lunedì scade l'opzione per il riscatto del Lipsia a 29 milioni) l'impressione e che coi tedeschi la Roma parlerà anche dopo per accordare una piccola scontistica (non i 20 che vogliono sborsare in Sassonia). Dalla Francia rimbalza l'interesse del Lens (oltre che del Dijon) per Gonalons. Su Cetin invece si sarebbe  mosso il Galatasaray.