Harry Maguire (88 milioni di euro), Matthijs de Ligt (85,5 milioni, incluse le commissioni) e Lucas Hernandez (80 milioni). Tralasciando le considerazioni sul reale valore dei giocatori citati sopra, l'attuale sessione di calciomercato ha fatto registrare un'importante inversione di tendenza rispetto all'anno scorso, portando ben tre difensori centrali nella Top 10 degli acquisti più cari sin qui realizzati, guidata da Joao Felix (126 milioni), Antoine Griezmann (120 milioni) e Eden Hazard (100 milioni). Complice anche la situazione di stallo che sta caratterizzando le sorti di alcuni tra i più importanti attaccanti europei (Dzeko, Dybala, Higuain, Icardi, Lukaku e Neymar solo per citarne alcuni), il reperimento di un difensore centrale è diventato uno dei temi più caldi in sede di mercato.

Ne sa qualcosa anche la Roma che, su esplicita e pubblica richiesta di Paulo Fonseca, sta lavorando su più fronti per tentare di regalare al tecnico portoghese un giocatore che sia in grado di rispondere sia ai parametri tecnici, sia ai parametri economici attualmente delineati. Nonostante sia sempre impervia e ricca di ostacoli, la pista che conduce a Toby Alderweireld non è stata ancora del tutto abbandonata. Un budget da 20 milioni di euro più bonus è, tuttavia, ancora distante dalle richieste del Tottenham che, tra le altre cose, dovrà far fronte anche all'assenza di Juan Foyth (utilizzabile sia al centro, sia a destra), infortunatosi alla caviglia e atteso da circa quattro-sei settimane di stop. Una situazione intricata che, nonostante un'intesa di massima con il difensore belga, l'imminente chiusura del mercato inglese in entrata (8 agosto) rende ancora più tortuosa.

I sudamericani

Tra le principali alternative al 30enne ex Ajax, troviamo il nome di German Pezzella. Come detto in passato, l'ipotesi Roma attrae molto il difensore argentino, ma anche qui ci sono alcuni paletti da schivare. La Fiorentina parte infatti da una quotazione non inferiore ai 20 milioni di euro e in linea di principio non vuole privarsi dell'ex Betis. Per questo motivo, sin qui ha fatto sapere a tutte le parti coinvolte di essere poco incline a prendere in considerazione scambi (lo ha comunicato anche al Milan un mese fa) o formule di trasferimento simili a quelle che hanno condotto Veretout nella Capitale (prestito con obbligo di riscatto). Società e staff tecnico, inoltre, hanno intenzione di confermare l'argentino come capitano, anche in caso di permanenza di Federico Chiesa. Un altro nome accostato più o meno di recente alla Roma è quello di Daniele Rugani. Nelle ultime ore la Juventus ha registrato degli interessamenti concreti da parte di Arsenal e Wolverhampton e l'esigenza bianconera di fare cassa può indurre a un trasferimento in Premier a stretto giro di posta, nonostante il giocatore non disdegni affatto una permanenza in Italia. Che la squadra abbia bisogno di un rinforzo difensivo è cosa nota a ogni latitudine, anche in Sud America dove già nei mesi scorsi è stato visionato Lucas Verissimo del Santos.

Più di recente, è stato sottoposto all'attenzione dello staff tecnico anche il profilo di Igor Rabello, ventiquattrenne dell'Atletico Mineiro. Da segnalare anche alcuni contatti per Walter Kannemann. Mancino con passaporto italiano, il ventottenne argentino del Gremio ha una valutazione inferiore ai 10 milioni di euro e piace anche all'Arsenal e alla Fiorentina.

 L'incontro

Spostandoci in attacco, la vicenda Edin Dzeko ha vissuto ieri un altro capitolo. Nel pomeriggio, l'intermediario Silvano Martina si è presentato nella sede dell'Inter. I nerazzurri hanno ribadito l'intenzione di acquistare l'attaccante bosniaco, anche se non sono in programma imminenti rilanci. Tra i migliori in assoluto in questo precampionato, l'ex Manchester City non ha cambiato posizione rispetto al mese di marzo, quando ha raggiunto un'intesa su base triennale con il club lombardo. L'obiettivo principale del bosniaco resta la Milano nerazzurra, ma per raggiungerlo è necessario che Ausilio e Marotta alzino l'offerta ad almeno 20 milioni di euro più bonus e che la Roma trovi un sostituto almeno di pari livello.

In tal senso, sul fronte Higuain non si registrano grandi novità rispetto al passato, mentre la pista Icardi viene battuta da un intermediario che non è ancora riuscito a mutare le volontà del calciatore, già da tempo orientato a dare la priorità assoluta alla Juventus in caso di addio. Un vero e proprio domino, dunque, influenzato anche dal futuro di Paulo Dybala e Romelu Lukaku. In uscita, non si è ancora sbloccata la trattativa per Gregoire Defrel. Dopo aver raggiunto l'accordo sulle cifre (15 milioni di euro tra prestito e riscatto), il Cagliari e la Roma non hanno trovato però un punto d'incontro sulle modalità del pagamento.